Elon Musk minacciato da ex vice primo ministro russo

0
471
Elon Musk minacciato

Elon Musk il multimiliardario di Tesla e SpaceX, è stato minacciato da Dmitry Rogozin. Ex vice primo ministro russo e direttore dell’agenzia spaziale Roscosmos. “Se muoio in circostanze misteriose, è stato bello conoscerti”, ha scritto Musk su Twitter. Ha poi condiviso un post che ha affermato essere la dichiarazione di Dmitry Olegovich Rogozin. Nella nota fornita ai media russi, Rogozin, un alleato del presidente russo Vladimir Putin, lancia un avvertimento a Musk. Per aver offerto apparecchiature di comunicazione militare alle forze ucraine. 

Elon Musk minacciato: perchè?

Secondo il post condiviso da Musk, Rogozin afferma che il boss di Tesla nella guerra in corso in Uraina sostiene il nazismo. E che attraverso la sua compagnia Starlink, il CEO di SpaceX forniva servizi Internet al battaglione Azov e ai marines ucraini attraverso il Pentagono. Una informazione che i russi hanno appreso dal comandante militare ucraino catturato, colonnello Dmitry Kormyankov. “Secondo le nostre informazioni, la consegna dell’equipaggiamento Starlink è stata effettuata dal pentagono. Elon Musk, quindi, è coinvolto nella fornitura di apparecchiature di comunicazione militare alle forze naziste in Ucraina“, si legge nel post. “E per questo, Elon, sarai ritenuto responsabile come un adulto. Non importa quanto farai lo stupido“. I satelliti Starlink aiutano gli utenti a connettersi a Internet senza passare attraverso le apparecchiature dei fornitori di servizi Internet locali. E Musk aveva iniziato a fornire i servizi Starlink all’Ucraina all’inizio dell’invasione. Poiché le forze russe stavano mettendo fuori uso le torri di comunicazione locali che erano normalmente utilizzate per la connettività.

L’intransigenza di Dmitry Rogozin

Rogozin precedentemente ha già avuto diversi attriti con Elon Musk. Quando il fondatore di SpaceX aveva sfidato il premier russo Vladimir Putin a una rissa per la libertà dell’Ucraina. L’ex vice primo ministro è un intransigente sostenitore del presidente russo Vladimir Putin e del suo regime. E più volte, durante l’invasione militare in corso, dell’Ucraina, ha rilasciato dichiarazioni provocatorie. Il capo dell’agenzia spaziale russa ha lanciato nelle ultime settimane, una serie di minacce contro gli oppositori dell’attacco all’Ucraina. Affermando tra l’altro che l’arsenale nucleare russo potrebbe distruggere l’intera Nato “in mezz’ora”.