Elezioni USA 2020: al via la corsa dei Democratici

Lunedì 03 Febbraio. Oggi al via i “caucuses”, particolari procedimenti elettorali con i quali si aprirà la stagione delle primarie del Partito Democratico Americano per individuare, a metà Luglio, il candidato che sfiderà Donald Trump alla Presidenza nel Novembre 2020.

0
223

Iowa (USA). Stanotte si terranno nel “Hawkeye State” i caucuses, procedimenti elettorali per individuare le prime preferenze di voto e aggiudicare a ciascun candidato – degli 11 ancora in corsa – i primi delegati che lo rappresenteranno ai due importanti appuntamenti delle Democratic National Convention, previsti per il 13 e il 16 Luglio 2020, in cui avverrà la nomina dell’avversario di Donald Trump.

1678 i “seggi” dove si terranno le votazioni, più 87 caucuses “satellite”.

L’Iowa è una tappa fondamentale per gli aspiranti candidati alla nomina per la Presidenza, fin dai tempi dell’istituzione delle primarie Democratiche. 
Come tengono a precisare i giornalisti del Des Moines Register, principale quotidiano della Capitale, l’Iowa è “non il primo Stato perché importante, ma importante perché il primo Stato”.
La sua influenza sulle dinamiche elettorali nazionali si stima attorno al 20% e non è escluso che un “front runner” possa trasformarsi in “outsider” o viceversa.

PER APPROFONDIRE

Sono 2376 (su 4750 totali) i voti che il candidato dovrà ottenere per assicurarsi la nomina alla corsa alla Presidenza per il Partito Democratico. A votare saranno solo gli iscritti al Partito Democratico che raggiungano i 18 anni di età entro le elezioni del 03 Novembre 2020.
Fondamentali saranno soprattutto le “seconde preferenze”, ossia le nuove scelte di voto qualora il primo candidato scelto non abbia raggiunto la soglia di sbarramento del 15% dei partecipanti. 

In testa nei sondaggi Biden e Sanders, incalzati da Warren e Buttigieg.

Competizione apertissima quella tra le fila del Partito Democratico Americano con undici candidati ancora in corsa. In testa sembrerebbero Joe Biden, recentemente coinvolto nel processo a Donald Trump per impeachment e Bernie Sanders, appaiati negli ultimi sondaggi più rilevanti (CNN/Des Moines/ FiveThirtyEight). 
Sanders sarebbe in vantaggio anche nel New Hampshire (secondo Stato al voto, l’11 Febbraio).

Sanders, Warren, Klobuchar e Bennet sono stati impegnati, sino a sabato, nel processo di impeachment.

I candidati del Partito Democratico:

  1. Michael Bennet
  2. Joe Biden
  3. Michael Bloomberg
  4. Pete Buttigieg
  5. Tulsi Gabbard
  6. Amy Klobuchar
  7. Deval Patrick
  8. Bernie Sanders
  9. Tom Steyer
  10. Elizabeth Warren
  11. Andrew Yang

Le primarie del Partito Repubblicano saranno, per lo più, una formalità. La ricandidatura di Trump non è in discussione, nonostante il processo a suo carico si confronterà con due candidati “minori”.

Le questioni aperte

Joe Biden è un candidato “forte” oppure no?

Vittoria o pareggio, qualunque risultato otterrà l’ex vice Presidente in Iowa sarà un importante segnale che daranno gli elettori ai Democratici circa il miglior candidato da presentare contro Trump. Un terzo o anche un quarto posto, specialmente se dopo gli sfidanti più moderati quali Pete Buttigieg o Amy Klobuchar, potrebbero scatenare una crisi nella campagna elettorale di Biden.

Cosa dicono i sondaggi?

I recenti sondaggi raccolti in Iowa, suggeriscono che Bernie Sanders, Senatore dello Stato del Vermont, stia avanzando lentamente verso la sua principale rivale della sinistra liberale, Elizabeth Warren, senza apparenti ripercussioni a seguito della polemica circa la sua infelice frase, riferita alla Warren, per cui giudicava improbabile l’elezione di una donna alla Presidenza.

Cosa pensano gli elettori Democratici?

Se Biden dovesse vincere in Iowa, ciò potrebbe significare che i Democratici siano talmente determinati a battere Trump da soprassedere all’età avanzata del Senatore, 77 anni, fino ad ora suo principale punto debole. Se invece fossero Sanders o la Warren a trionfare, potrebbe scatenarsi una vera e propria rivoluzione nella parte “socialdemocratica” del Partito.

E per gli altri Stati?

Tra una settimana il prossimo atteso al voto sarà lo Stato del New Hampshire, dove sia la Warren che Sanders risultano ben posizionati. Buttigieg e Klobuchar avranno bisogno di ottenere un grande successo in queste elezioni per potersi dire ancora in corsa. E se vincesse Biden si espanderebbero le sue possibilità alla nomina a candidato Presidente.

Commenti