Elezioni suppletive in UK: duro colpo per Johnson

I Tories hanno perso due seggi

0
217
Elezioni suppletive in UK: duro colpo per Johnson

Sconfitta per il primo ministro Boris Johnson alle elezioni suppletive in UK, nelle quali il partito conservatore ha perso due seggi. Duro colpo nelle zone di Tiverton e Honiton, tradizionalmente conservatrici, dove hanno ottenuto una vittoria i liberaldemocratici centristi.

Elezioni suppletive in UK: una sconfitta per Johnson?

Duro colpo per il primo ministro britannico Boris Johnson alle elezioni suppletive. Il partito conservatore del Regno Unito ha infatti subito una sconfitta in ben due suppletive, perdendo due seggi in Parlamento. Una situazione che ha anche portato alle dimissioni del presidente dei Tories, ovvero, appunto, i conservatori. Questi ultimi hanno perso una maggioranza di oltre 24mila voti a Tiverton e Honiton, area profondamente conservatrice situata nella parte sudoccidentale dell’Inghilterra. A sconfiggerli sono i liberaldemocratici centristi, che si sono assicurati una maggioranza di oltre 6000.

Risultati significativi per i Tories

Le perdite di queste elezioni suppletive sono molto significative per la coalizione elettorale di Boris Johnson. Riunita in occasione delle elezioni nazionali del 2019, nulla esclude che essa possa rompersi, in un clima sempre più teso per il partito. Più volte il primo ministro ha subito diverse pressioni per dimettersi a seguito di alcuni comportamenti assunti durante il suo operato, come l’infrazione delle regole di blocco Covid-19 avvenuta durante un periodo di restrizioni di contenimento della pandemia. Lo stesso Oliver Dowden, presidente del partito conservatore, ha dato le proprie dimissioni. “Le elezioni suppletive parlamentari di ieri sono le ultime di una serie di pessimi risultati per il nostro partito. I nostri sostenitori sono angosciati e delusi dai recenti eventi e condivido i loro sentimenti”, scrive Dowden nella lettera di dimissioni a Johnson.


Leggi anche: Boris Johnson sopravvive al voto di sfiducia