Elezioni Russia: rimosse le app di Navalny dagli store

0
343
Elezioni Russia: rimosse le app di Navalny dagli store

Al via oggi le elezioni in Russia. I cittadini sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo parlamento. Il presidente Putin, sempre più in difficoltà, continua con la repressione degli oppositori. Alla vigilia delle elezioni in Russia, il team di Navalny ha annunciato che le app dell’oppositore sono state rimosse dagli store di Google e Apple. Il team utilizzava l’app “Smart Voting” per spodestare il partito Russia Unita.

Oggi in Russia si voto per eleggere la Duma

Oggi la Russia va alle urne per eleggere il nuovo parlamento in una votazione di tre giorni. Il voto è una prova della presa di potere del presidente Vladimir Putin. In gioco c’è la super maggioranza di Russia Unita, il partito di Putin, nella Duma. Il voto arriva inoltre in un momento di grande incertezza per Mosca. Il Paese si trova nel bel mezzo della peggior crisi sanitaria da inizio della pandemia di coronavirus. Solo un terzo della popolazione è vaccinata e la variante Delta ha provocato 60 mila morti in due mesi. Ma non è tutto. Dal 2014 i redditi reali dei russi si sono ridotti dell’11%, e oggi il 14% della popolazione vive sotto la soglia di povertà. Il partito di Putin continua perdere consensi. Pur rimanendo il primo partito, i sondaggi mostrano che il consenso è calato dal 54% del 2016 al 25-30% di oggi.

Elezioni Russia: rimosse le app di Navalny dagli store Google e Apple?

Consapevole del calo dei consensi, il Cremlino sta mettendo in atto la più grande repressione di tutti i tempi. I media sono stati messi a tacere, così come gli oppositori. Il più importante oppositore di Putin, Aleksej Navalny, si trova attualmente in carcere. La sua organizzazione è stata designata estremista e quindi gli alleati di Navalny non possono candidarsi. Inoltre le autorità russe stanno cercando di zittire l’oppositore con ogni mezzo. Ieri, alla vigilia delle elezioni, il team di Navalny ha affermato che Google e Apple hanno rimosso dai loro store l’app di Smart Voting, dopo che la Russia ha accusato le aziende tecnologiche statunitensi di ingerenza nei suoi affari interni. Gli alleati di Navalny utilizzavano l’app per organizzare una campagna di “voto intelligente” per infliggere un duro colpo a Russia Unita.

In un post su Instagram, il team Navalny ha scritto: “Apple e Google hanno rimosso la nostra app dai loro store. È vergognoso che due corporazioni mondiali abbiano ceduto al potere di Putin. Non ci sono scuse per questo. I giganti dell’IT hanno ceduto al ricatto di un mucchio di folli”. Ivan Zhdanov, un alleato di Navalny che attualmente si trova all’estero, ha affermato che la rimozione equivale a censura politica.


Leggi anche: Elezioni Russia: Navalny parla dal carcere