Elezioni in Brasile: si va al ballottaggio

0
368
Elezioni in Brasile: si va al ballottaggio

Alle elezioni in Brasile si va verso il ballottaggio. Nessuno dei due candidati ha ottenuto più del 50% dei voti che gli avrebbe consentito l’elezione immediata. Il ballottaggio si terrà il 30 ottobre. Il candidato di sinistra Lula è avanti di 4 punti percentuali sul suo rivale, il presidente uscente Bolsonaro.

Elezioni in Brasile: cos’è successo?

Si è concluso il primo turno delle elezioni in Brasile e il risultato, che resta incerto, mostra un Paese diviso in due. Secondo i risultati, diramati dal Tribunale Supremo Elettorale (TSE), il candidato di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva ha ottenuto il 48,43% delle preferenze, mentre il suo rivale, il presidente di destra uscente Jair Bolsonaro ha ottenuto il 43,20%. Nessun candidato ha ottenuto oltre il 50% dei voti e quindi si va verso il ballottaggio, che si terrà il 30 ottobre.

I sondaggi mostravano Lula in netto vantaggio. I recenti sondaggi davano un vantaggio imponente a Lula e addirittura una vittoria al primo turno. Tuttavia Bolsonaro ha battuto le aspettative e ha quasi raggiunto il suo rivale. Gli analisti affermano che sono sorprendenti i risultati ottenuti da Bolosnaro al primo turno e che mettono in evidenza la forza della destra in Brasile. “Bolsonaro ha chiaramente sovraperformato, ed è una grande sorpresa. I sondaggi in Brasile si sono rivelati errati”, ha detto ad Al Jazeera Eric Farnsworth, vicepresidente del Council of the Americas. Gli analisti sono anche preoccupati che il ballottaggio aumenterà la tensione politica in Brasile, un paese già ultra polarizzato. “La posta in gioco in queste elezioni non è solo la scelta di un nuovo presidente. La posta in gioco è la stessa democrazia brasiliana in uno scenario di polarizzazione che aumenterà nelle prossime settimane”, ha detto al Corriere Gerson Camarotti, analista politico di GloboNews.


Leggi anche: Elezioni Brasile: Lula aumenta il vantaggio su Bolsonaro