Elezioni Cile: al ballottaggio si sfideranno gli estremisti

0
258
Elezioni in Cile

Alle elezioni presidenziali in Cile si andrà al ballottaggio. A sfidarsi saranno il leader di estrema destra, José Antonio Kast e il candidato della sinistra radicale, Gabriel Boric. Come previsto, la forte polarizzazione politica ha permesso ai leader estremisti di raggiungere il ballottaggio.

Elezioni Cile: cos’è successo?

Le elezioni in Cile non hanno dato un esito finale e il 19 dicembre i cileni saranno chiamati alle urne per il ballottaggio. Al ballottaggio si sfideranno il leader di estrema destra, José Antonio Kast e il candidato della sinistra radicale, Gabriel Boric. Secondo il servizio elettorale cileno (Servel), con il 97% dei voti scrutinati, Kast ha ottenuto il 28% dei voti, mentre Boric il 25%.

Dopo l’esito delle elezioni Kast, sostenitore dell’ex dittatore cileno Augusto Pinochet, omofobo e anti-immigrazione, ha affermato che il ballottaggio è una scelta tra “comunismo e libertà”. Ha accusato Boric di essere il burattino del partito comunista cileno, di perdonare i terroristi, di essere morbido con la criminalità e di promuovere l’instabilità nel Paese. “Non volgiamo seguire la strada del Venezuela e di Cuba. Vogliamo un Paese sviluppato, che è ciò che volevamo diventare fino a quando non siamo stati brutalmente fermati dalla violenza e dalla pandemia”, ha detto Kast, secondo quanto riferito dall’AP.

Boris, ex leader della protesta studentesca e eletto al Congresso nel 2014, si è astenuto nell’attaccare Kast. “La nostra crociata è per la speranza di sconfiggere la paura. Il nostro dovere oggi è convincere gli altri che offriamo la strada migliore per un Paese più giusto”, ha detto Boric.

La polarizzazione politica ha favorito gli estremisti

Le elezioni in Cile si sono svolte in un clima di forte polarizzazione politica che ha favorito i candidati estremisti. È da due anni che il Cile è teatro di grandi proteste contro le disuguaglianze economiche e sociali, che sono state represse anche con la violenza. Secondo i sondaggi, il candidato della sinistra radicale Boric ha più possibilità di vincere il ballottaggio e di formare una coalizione di governo.


Leggi anche: Elezioni in Cile: aperte le urne, ma esito ancora incerto