Elezioni Bulgaria: GERB verso la vittoria

0
258
Elezioni Bulgaria: GERB verso la vittoria

Si sono concluse le elezioni in Bulgaria e gli exit poll mostrano in vantaggio il partito di destra GERB dell’ex primo ministro Boyko Borisov. Al secondo posto il partito riformista di Kiril Petkov.

GERB verso la vittoria alle elezioni Bulgaria

Si sono concluse le elezioni in Bulgaria, le quarte in meno di un anno e mezzo. Secondo gli exit poll, il partito conservatore GERB dell’ex primo ministro Boyko Borisov si appresta a vincere le elezioni. GERB avrebbe ottenuto il 25,5% dei voti, mentre il suo principale rivale, il partito riformista We Continue the Change di Kiril Petkov, ha ottenuto tra il 18,4 e il 19,9 %. Dietro i due maggiori partiti c’è il partito di minoranza turco DPS, alleato di Borisov che, secondo i critici, è insieme a lui responsabile della dilagante corruzione in Bulgaria. DPS avrebbe ottenuto tra il 12,6 e il 14,4%. Al quarto posto si è piazzato il partito socialista BPS, partito con posizioni apertamente filo-russe (11%). Dietro al BPS, anch’esso filorusso, c’è il partito ultranazionalista Vazrazhdane (10%).  L’affluenza alle urne è stata molto bassa, inferiore al 40%.

Le elezioni bulgare si sono concluse per l’ennesima volta con un nulla di fatto. Per Borisov, infatti, non sarà facile trovare i partner di coalizione. I colloqui potrebbero concludersi con un parlamento sospeso o perfino un’altra elezione. Entrambi le conclusioni prolungherebbero l’instabilità politica e aumenterebbero la prospettiva che Sofia manchi la data obiettivo del 2024 per l’ingresso nella zona euro. Gli analisti affermano che i partiti politici, consapevoli dei rischi economici della guerra in Ucraina, di un inverno difficile e della frustrazione degli elettori per l’instabilità politica, potrebbero accantonare le loro divergenze e optare per un governo tecnocratico.


Leggi anche: Elezioni Bulgaria: in vantaggio il partito anticorruzione