Elementary: lo Sherlock Holmes dei giorni nostri

0
339

ELEMENTARY è una serie televisiva statunitense in produzione dal 2012 che al momento conta cinque stagioni e ben 120 episodi. Già rinnovata per una sesta stagione, essa prenderà il via in patria il 30 aprile, mentre la data di uscita da noi è ancora da definirsi. Negli USA la serie viene trasmessa sulla CBS, in Italia invece va in onda su Rai 2.

Creata da Rob Doherty, si tratta di una rivisitazione in chiave moderna delle avventure dello Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle. Elementary si prende importanti libertà rispetto all’originale, a partire dal fatto che è ambientato a New York (anziché a Londra), fino ad arrivare alla spalla Watson, qui non il fido John, ma la versione femminile Joan! Riguardo al genere si può classificare sostanzialmente come un procedural drama poliziesco, in cui il celebre investigatore sfrutta le sue geniali capacità intuitive per collaborare con la polizia della Grande Mela.

Sherlock Holmes, dopo essere stato consulente per Scotland Yard in Gran Bretagna e soprattutto dopo essere uscito dal mesto tunnel di alcol e droga, si trasferisce (su ordine del padre, col quale ha un rapporto complicatissimo) a New York, dove inizierà la sua collaborazione con la polizia. La sua terapista di riabilitazione, Joan Watson, passerà ben presto dall’essere sua dottoressa al diventare la propria assistente investigatrice. Insieme ai poliziotti Gregson (capitano) e Bell (detective) i due investigatori daranno un pesante contributo alla risoluzione di intricati casi all’apparenza impossibili da risolvere. Gran parte dell’operato sarà merito dell’astuzia e dell’arguzia del celebre investigatore, scontroso e solitario, ma brillante e geniale nel suo intelletto volto a risolvere crimini.

Questa serie, perlomeno fino a qualche tempo fa, andava in onda negli stessi periodi di trasmissione di Sherlock (altra importante, decisamente più di successo ed acclamata, serie sull’accoppiata Holmes&Watson), solo che la prima si presenta come più leggera e scorrevole, mentre la seconda è senz’altro più impegnativa e più ambiziosa: sono quindi due serial non propriamente paragonabili avendo mire ed intenzioni diverse; si possono riassumere come due punti di vista differenti sul medesimo storico personaggio letterario, entrambe comunque ben accolte ed amate dai propri fan. Il fatto che Elementary stia continuando ad ottenere rinnovi è la dimostrazione di come lo show sia molto apprezzato dal pubblico, d’altronde Sherlock Holmes, seppur un poco diverso da come lo si conosciuto sui libri, è interpretato molto bene.

Protagonisti di questo crime poliziesco sono il sempre bravo e pronto Jonny Lee Miller (Eli Stone e Dexter in tv, nonché qualche ruolo pesante al cinema), che non delude assolutamente nei panni dell’icona letteraria caratterizzandola in modo scrupoloso, e Lucy Liu (attrice di gran successo tra cinema e tv), anche lei brava e precisa nel suo ruolo (inoltre si presenta come una piacevole novità rispetto al plot tradizionale); sono presenti poi nel cast Aidan Quinn (navigato attore), Jon Michael Hill, e le guest: John Noble (All Saints, Fringe e Sleepy Hollow, qui nelle vesti di Morland Holmes, il padre di Sherlock), Natalie Dormer (I Tudors ed Il trono di spade, qui è la versione femminile del celebre villain Moriarty, la quale ha un importante legame con Sherlock all’interno della storia…) e Rhys Ifans (altro attore dalla vasta esperienza, che qui interpreta Mycroft Holmes, fratello del protagonista).

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here