EGO International, l’export italiano trainato dalle vendite extra-UE

0
209
EGO International

L’export italiano dell’ultimo anno sembra aver fatto registrare un andamento altalenante, soprattutto nel primo semestre, senza tuttavia mai subire una battuta d’arresto. I dati Istat confermano infatti che, nonostante le difficoltà riscontrate nella maggior parte delle regioni, le esportazioni sono cresciute del +2,7%, parallelamente ad una lieve flessione delle importazioni. L’aumento, registrato su base mensile, sarebbe imputabile ad un notevole incremento delle vendite al di fuori dell’area Ue, con una crescita pari a +8.1%. Il trend positivo viene evidenziato anche dalle opinioni e recensioni di importanti compagnie del settore export: EGOInternational mette in evidenza le opportunità offerte dai mercati esteri per la ripresa delle piccole e medie imprese del nostro Paese. Facendo riferimento al terzo trimestre dell’ultimo anno, le recensioni e le opinioni degli esperti evidenziano un aumento dell’export pari al 30,4%, sul quale le vendite di beni strumentali verso l’Europa e nell’area Extra UE sembrano aver contribuito per i due terzi del totale.

Crescita ed export: settori e mercati coinvolti

Dalle recensioni di EGO International e attraverso le opinioni espresse dal suo team di professionisti emerge che i settori trainanti dell’export italiano sono stati soprattutto il comparto dei mezzi di trasporto, esclusi gli autoveicoli (+28,7%) e quello metallurgico, tranne macchine e impianti (+9,9%).

Seguono gli articoli farmaceutici, chimico medicinali e botanici con un +8,2% e quelli di abbigliamento, che fanno registrare invece un aumento pari al 6,4%. Secondo quanto emerge dalle opinioni e dai dati riportati nelle recensioni di EGO International, i paesi che hanno maggiormente contribuito ad un rialzo delle vendite sono concentrati per la maggior parte al di fuori dell’Unione Europea.

Nell’ultimo anno i mercati stranieri più ricettivi sono stati in particolare Cina (+33%), Polonia (+19,4%), Svizzera (+15,7%) e Stati Uniti (+11,1%). Positivi anche i dati relativi alla Germania, con un incremento del +6%. Le opinioni di EGO International e le recensioni riportate dall’azienda nei suoi articoli,

evidenziano un aumento del saldo commerciale del nostro Paese, che dal 2019 ha conosciuto un incremento notevole, passando da 2.686 a 5.849 miliardi di euro. Sebbene le difficoltà economiche abbiano fatto registrare di recente una flessione nelle vendite sui mercati esteri, la ripresa sarà sicuramente favorita da una maggiore apertura all’internazionalizzazione da parte delle piccole e medie imprese del nostro territorio. L’istituto di ricerca Sace e Simest prevede un progressivo miglioramento del contesto macroeconomico internazionale, con conseguenti benefici per le vendite del nostro paese all’estero. La crescita dell’export italiano, seppur disomogenea, dovrà essere dunque trainata negli anni a venire dall’innovazione e dalla capacità delle aziende di aprirsi alle nuove opportunità del mercato estero, dove ad essere sempre più apprezzata è proprio l’eccellenza dei prodotti Made in Italy.

Fonti:

Dati Istat

Blog di EGOInternational (egointernational.it)

Commenti