Oggi, in Egitto, si sono concluse le operazioni di voto che hanno chiamato migliaia di egiziani, non solo in patria, ma anche all’estero, alle urne per decidere quale sarà il destino del Paese dopo questa ennesima modifica della costituzione.

Il portavoce del collegio dei giudici d’Egitto, Rida Muhammad al-Sayyid ha dichiarato che le operazioni di voto si sono svolte in modo regolare, senza denunce di violazioni, o di ritardi nell’apertura dei seggi.

Al-Sayyid ha dichiarato inoltre che, i giudici del sopracitato collegio, hanno affermato che il voto si è svolto regolarmente.

Il presidente del collegio Muhammad abd el-Muhsen segue i giudici e i membri della procura generale che partecipano alla supervisione delle operazioni di voto che decideranno il futuro delle modifiche costituzionali. Alle operazioni hanno partecipato più di quattromila membri della procura amministrativa.

Il ministero per gli affari sull’emigrazione e gli egiziani all’estero ha precisato che: ” la sala opertiva del ministero dell’emigrazione che segue il referendum, non è stata creata per osservare la scena nazionale all’estero, ma per offrire spiegazioni e consigli”.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here