ECOWAS sospende il Burkina Faso

0
387
Burkina Faso: i golpisti accusano la Francia di sostenere il contrattacco

La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale sospende il Burkina Faso come suo membro in seguito al Colpo di Stato militare. L’ECOWAS chiede il rilascio immediato del presidente, Roch Marc Christian Kaboré, e degli altri detenuti da parte dei militari.

L’ECOWAS sospende il Burkina Faso?

La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale ha sospeso il Burkina Faso come suo membro in seguito al Colpo di Stato militare. I leader dell’ECOWAS, formata da 15 Paesi tra cui Mali e Guinea che sono al momento sospesi anche loro a seguito di un golpe, si sono incontrati per discutere della situazione in Burkina Faso. Al termine della riunione hanno stabilito che le delegazioni dell’organizzazione si recheranno a Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, il 29 e il 31 gennaio. Oggi, 29 gennaio, è prevista una missione dei capi di stato maggiore dell’ECOWAS in Burkina Faso, dove si incontreranno con il tenente colonnello Paul-Henri Damiba, per discutere di ripristinare la democrazia. Il 31 gennaio, invece, l’ECOWAS invierà inviati a livello ministeriale a Ouagadougou.

I leader dell’ECOWAS hanno chiesto il rilascio del presidente deposto democraticamente eletto, Roch Marc Christian Kaboré, e degli altri detenuti da parte dei militari. Il presidente dell’organizzazione, nonché presidente del Ghana, Nana Addo Dankwa Akufo-Addo, ha definito la recente ondata di colpi di Stato in Africa occidentale “una diretta violazione dei nostri principi democratici”. Ha quindi sottolineato che “il resto del mondo si aspetta che l’ECOWAS dimostri fermezza di fronte ai golpe”.


Leggi anche: Burkina Faso: militari discutono del ritorno all’ordine costituzionale