Ecco le zone a rischio nubifragi dal vortice ciclonico in azione

0
150
Ecco le zone a rischio

Ecco le zone a rischio nubifragi dal vortice ciclonico in azione. La seconda perturbazione di settembre avanza sull’Italia, e anche nelle prossime ore influenzerà le condizioni meteo in molte delle nostre regioni.

I suoi effetti più violenti sono attesi ancora una volta sul Sud e la Sicilia, dove già nella serata di ieri si sono verificati fenomeni estremi come trombe marine e perfino un tornado, che si è abbattuto su Pantelleria uccidendo due persone.

La situazione meteo rischia di rivelarsi critica anche nelle prossime ore, quando il transito dell’intenso sistema perturbato sarà accompagnato ancora da piogge e temporali localmente forti, e solo nel corso della giornata di domani assisteremo a una graduale attenuazione del maltempo.

Le previsioni per le prossime ore

Al Sud e in Sicilia cielo nuvoloso con tempo perturbato sin dal mattino in Sicilia e in Calabria dove saranno possibili rovesci e temporali sparsi particolarmente intensi e persistenti sul lato ionico dove non si escludono dei nubifragi; i fenomeni interesseranno in parte anche la Basilicata, anche qui localmente intensi nel settore meridionale.

Qualche pioggia tenderà a lambire anche la Campania e il sud della Puglia. Migliora in Sardegna con schiarite anche ampie, a parte ancora qualche residuo rovescio nel pomeriggio sul Cagliaritano. Sulle regioni centro-settentrionali condizioni di variabilità, con una nuvolosità alternata a schiarite particolarmente ampie nel pomeriggio sulla valle padana e lungo le coste. Al mattino qualche isolata pioggia possibile in Lombardia ed Emilia occidentale, nel pomeriggio locali e brevi rovesci nel settore alpino centrale.

Temperature massime in calo al Sud e sulla Sicilia, in leggero rialzo sulla Sardegna, al Nord-Ovest e sulle regioni centrali tirreniche. I valori saranno superiori alla norma, specie al Centro-Nord. Su Toscana, Umbria e Lazio si toccheranno massime fino a 30-32 gradi.
Venti moderati sul mar Tirreno centro meridionale, sulle isole maggiori e in Calabria, in rotazione ciclonica attorno alla depressione con centro sul basso Tirreno; in prevalenza deboli altrove salvo rinforzi nelle aree temporalesche. Mari mossi o molto mossi attorno alla Sardegna, così come il Canale di Sicilia, il Tirreno centro meridionale e il basso Ionio; poco mossi i restanti bacini.

Le previsioni meteo per domani, domenica 12 settembre

All’estremo Sud e in Sicilia insiste l’instabilità, con possibili isolate piogge o brevi temporali in prevalenza sui settori ionici che tuttavia tenderanno ad attenuarsi grazie al graduale allontanamento della perturbazione.
Nel resto del Paese tempo per lo più soleggiato con i consueti addensamenti nelle zone montuose. Non si esclude in giornata qualche isolata pioggia o rovescio sulle Alpi centro-orientali, specie nei settori più settentrionali, e nelle zone interne della Sardegna.

Temperature massime stazionarie o in leggero aumento: valori per lo più compresi tra 25 e 30 gradi ma con possibili locali picchi leggermente superiori in val padana e nelle regioni centrali tirreniche. Venti settentrionali al Centro-Sud, in prevalenza deboli o al più localmente moderati al Sud e intorno alla Sicilia. Mari fino a molto mossi nel Canale di Sicilia e basso Ionio; localmente mossi gli altri mari meridionali e il medio Tirreno; in prevalenza poco mossi i restanti bacini.

Fonte: Meteo Am