Ecco la nuova Premier League 2021/22: il punto sulle squadre protagoniste

0
268

C’è chi punta a confermare in blocco la squadra che ha fatto bene nella passata stagione e chi è quasi chiamato a dover rifondare e, di conseguenza, spendere per tornare a vincere. Nel primo gruppo troviamo soprattutto Manchester City e Chelsea, vincitrici di Premier e Champions League; dall’altra parte ecco soprattutto Arsenal, Leicester e Manchester United.

Situazioni differenti per Tottenham e Liverpool, due grandissime deluse della scorsa stagione che stanno iniziando a spendere ma non a sperperare denaro in stile Premier.

Chelsea e Man City puntano a confermare il blocco vincente della passata stagione.

In casa Chelsea, più che altro, è tempo di sfoltire la rosa visti i tantissimi rientri per fine prestito. In casa Blues si è anche ben monetizzato con le cessioni al Milan di Giroud e Tomori, cui si è aggiunta quella di Moses allo Spartak. Ma la dirigenza del club londinese punta ancora a piazzare altri esuberi per sistemare i conti e concentrarsi sulla nuova stagione. In casa City se da una parte c’è la grande soddisfazione per il ritorno al titolo in Premier, dall’altra non si può negare la delusione di una finale di Champions persa contro il Chelsea e la cui vittoria era assolutamente alla portata. La sensazione è che manchi qualcuno lì davanti, non soltanto per l’addio del Kun Aguero ma soprattutto per la necessità di avere un centravanti vero visto che Gabriel Jesus non offre le giuste garanzie a Guardiola. Pochi i calciatori che interessano al tecnico catalano e costano tutti estremamente cari, come nel caso di Harry Kane la cui valutazione in casa Tottenham supera decisamente i 150 milioni di euro. Si tratta di cifre incredibili, quasi surreali soprattutto in una situazione storica come quella attuale sotto pandemia. Eppure c’è qualcuno che pensa che l’affare dell’anno si farà nonostante le cifre astronomiche. E se dovesse veramente accadere allora sarebbe quasi inutile quotare la lotta al titolo inglese e si farebbe prima ad assegnarlo ai Citizens.

Il Manchester United fa all in

Se dovesse rimanere Pogba ecco che il discorso sulla corsa al titolo fatto poc’anzi cambierebbe notevolmente con una doverosa considerazione del Manchester United. Al momento i Red Devils non sono in pole position nelle quote offerte dai bookmaker e forse proprio questo aspetto andrà a ingolosire gli scommettitori che andranno a stilare una lista dei bonus di benvenuto per le scommesse per approfittare della quotazione attuale dello scudetto dello United che, a nostro avviso, è molto alta. I Red Devils hanno rafforzato la squadra con due acquisti altisonanti come Jadon Sancho, tornato in Inghilterra dopo l’ottima parentesi al Dortmund, e Raphael Varane, campione del mondo con la Francia.

Arsenal all’ennesima rifondazione

Sembra di leggere le prime pagine di Febbre a 90′ di Nick Hornby quando si parla delle ultime stagioni dell’Arsenal. Va bene le FA Cup e i Community Shield vinti nelle ultime stagioni ma è da troppo tempo che non si vince il titolo, per non parlare di un successo internazionale che manca dalla Coppa delle Coppe dal 1994. La dirigenza dei Gunners ha investito tanto nella campagna acquisti estiva spendendo cifre incredibili come gli oltre 58 milioni di euro per Ben White, un buon calciatore del Brighton ma pur sempre un difensore centrale e che, visto il prezzo, ci aspettiamo sia grande protagonista.

Incognita Liverpool

I Reds vogliono sicuramente cancellare la bruttissima stagione passata in cui hanno raccolto il quarto posto in campionato, utile per la qualificazione in Champions, per il rotto della cuffia. Il Liverpool ha salutato Wijnaldum, l’eroe della vittoria per 4-0 nei quarti di Champions del 2019 e ha praticamente bocciato il giovane Kabak arrivato a gennaio in prestito dallo Schalke. L’unico arrivo estivo di rilievo, al momento, è quello di Ibrahima Konaté, arrivato dal canale privilegiato che lega i Reds e la Red Bull da qualche anno e che quest’anno ha portato la dirigenza del Liverpool a comprare uno dei migliori elementi del RB Lipsia.