Ebola: colpisce il Congo e zone limitrofe

0
376

Numerose le persone colpite dal’ebolavirus

 

 

 

 

Africa. Repubblica Democratica del Congo. Il 28 luglio luglio di quest’anno è stato scoperto un nuovo focolaio di ebola nel Congo Nord-Orientale, furono segnalati 26 casi di febbre emorragica nella zona specifica del Kivu settentrionale, dichiarando il decesso di 2o persone.

Il 5 agosto, di quest’anno, i casi segnalati dal OMS sono stati 43 di cui 16 confermati dalle analisi di laboratorio. Il virus si sta diffondendo nelle 5 “health zone” del Kivu settentrionale e della zone  della provincia di Ituri che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, pone sfide geografiche e politiche.

La parte nord del Kivu confina con Ruanda ed Uganda dove il commercio intensivo aiuto il virus a diffondersi, inoltre la parte settentrionale ospita oltre un milione di sfollati e le lotte con le forze armate non fa che alimentare la diffusione dell’ebola.

Il portavoce del OMS ha dichiarato quanto segue: “Stiamo rispondendo ad un focalaio di questo agente patogeno ad alta minaccia, con uno dei tassi di mortalità più alti rispetto a qualsiasi malattia nota, nel contesto di una zona di guerra. Circa una settimana dopo che il governo del Congo ha dichiarato che un altro focolaio di ebola  nella, provincia di Equateur, era stato contenuto. Quell’epidemia era a circa 2.500 km  dall’attuale epidemia. ci sono 33 ulteriori casi sospetti nel Nord del Kivu che sono in attesa dei risultati di laboratorio per confermare o escludere la malattia del virus ebola.”

Nel frattempo anche 19 operatori sanitari sono stati colpiti dal virus di cui 3 sono morti, e l’OMS e i partner stanno lavorando per cercare di contenere il virus.

l’ultimo aggiornamento riportato sul sito del OMS afferma che il virus dell’ebola è attualmente attivo e che le forze sanitarie stanno mettendo in atto strategie per mitigare e cercare di contenere la propagazione dell’ebola.

Stanno monitorando attentamente tutte le zone già colpite e quelle limitrofe della Repubblica Democratica del Congo. Gli ultimi casi sospetti, nove per la precisione, risalgono al 18 settembre. In totale, da quando è scoppiata l’epidemia, sono morte 97 persone.
Il virus ebola provoca febbre alta ed emorragie interne e, molto spesso, causa la morte.

Commenti