È Mattarella il “nuovo” presidente della Repubblica

0
547

All’ottava elezione Mattarella raccoglie 759 voti. L’elezione del “nuovo” presidente della Repubblica è un successo per il Pd. Letta: “Scelta di generosità”. Mattarella è il presidente più votato dopo Sandro Pertini. Sette anni fa, il 31 gennaio 2015, ottenne 665 voti

È Mattarella il “nuovo” presidente della Repubblica

La svolta per il Mattarella bis è giunta in mattinata: dopo il caos politico che ha regnato in questi giorni, le forze politiche (tranne Fdi) hanno trovato l’accordo per sbloccare l’ impasse e chiudere la partita per il Quirinale. Il leader della lega Matteo Salvini ha dovuto piegarsi al “gioco” lento e meditato di Enrico Letta e di gran parte dei parlamentari del M5s.

Il colloquio del pomeriggio con Mario Draghi

Oggi Mario Draghi ha avuto un colloquio di circa mezz’ora con il presidente uscente Mattarella e si è avuta anche notizia di una telefonata tra il premier e Salvini. Il “nuovo” presidente della Repubblica parlerà alle 21,30.

Le dichiarazioni dei leader

Speranza si mostra soddisfatto per il risultato: “L’opinione è che abbia vinto l’Italia e che Mattarella sia la “persona giusta al posto giusto”. E poi continua: “Questa scelta ci mette nelle condizioni di guardare con fiducia al futuro”. Speranza non vede problemi per il Governo, che secondo lui ne esce anzi rafforzato: “Mattarella è una figura di garanzia sul piano istituzionale”. Il ministro della Salute del Pnrr, su cui il Paese gioca una carta di non poco conto e il governo può contare su una larga maggioranza. “Da domani la politica deve iniziare ad occuparsi di nuovo dei problemi reali”, conclude il ministro della Salute. “Buon lavoro, Presidente!” il tweet di Giuseppe Conte. La leader di Fdi Giorgia Meloni scrive: “Parlamentari euforici per non aver cambiato nulla e aver costretto Mattarella a un altro mandato. Cosa festeggiano? Che lo stipendio è salvo“.

La dichiarazione di Draghi

La rielezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica è una splendida notizia per gli italiani. Sono grato al Presidente per la sua scelta di assecondare la fortissima volontà del Parlamento di rieleggerlo per un secondo mandato

Ipotesi di “rimpasto” di Governo

Proprio però riguardo alla necessità di rivedere l’azione di governo insiste il ministro Giorgetti: “Per affrontare questa nuova fase serve una messa a punto: il Governo con la sua maggioranza adotti un nuovo tipo di metodo di lavoro che ci permetta di affrontare in maniera costruttiva i tanti dossier, anche divisi, per non trasformare quest’anno in una lunghissima, dannosa campagna elettorale che non serve al paese

La cerimonia

Tra l’1 e il 3 febbraio potrebbe esserci il giuramento. La formula è la seguente: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione”. Al termine del giuramento il “nuovo” presidente rende omaggio all’Altare della Patria e dal Gianicolo vengono sparati 21 colpi di cannone a salve. Subito dopo Mattarella sfilerà in compagnia del presidente del Consiglio in carica verso il Quirinale. Il presidente pronuncia poi nel Salone dei Corazzieri un altro discorso dinanzi alle più alte autorità civili e militari della Repubblica alla presenza del Presidente uscente. Quest’ultimo consegna le insegne di Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell’ OMRI e la cerimonia si conclude con i saluti del presidente uscente.

Chi ha vinto oggi?

Sicuramente il presidente Mattarella, che con grande senso delle istituzioni ha accettato di farsi carico degli innumerevoli problemi della politica italiana, accettando l’incarico nonostante tutto. Per il resto hanno perso tutti. “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”, dice Tancredi, nipote prediletto del principe Fabrizio Salina nel romanzo nel “Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Penso che sia fondamentale per il bene del nostro Paese una “rivolta interiore” contro lo stallo in cui ci troviamo oggi. Grazie presidente

Mattarella bis: verso un accordo fra le forze politiche