E’ in arrivo il nuovo bonus Inps di 1.800 euro

Nuovo bonus Inps da 1.800 euro. Le categorie che ne beneficeranno vanno dagli studenti, ai lavoratori autonomi e dipendenti

0
1195
bonus Inps

E’ in arrivo un nuovo bonus Inps dal valore di 1.800 euro. I bonus di questo tipo sono molti, spesso dedicati a categorie molto diverse tra loro. Il Governo ne sta erogando diversi, tutti dedicati a una particolare fascia della popolazione, ma spesso vengono persi. E’ sempre complesso infatti capire come fare richiesta e quali siano i requisiti.

A chi aspetta il bonus Inps?

Il bonus Inps in questione è rivolto ai lavoratori stagionali, non appartenenti al settore turistico o balneare. Sono compresi anche i lavoratori intermittenti e quelli autonomi occasionali che non hanno la partita IVA e che non sono iscritte a forme previdenziali. Infine, sono comprese anche le persone che svolgono vendite a domicilio, senza partita IVA. Anche in questo caso, che non sono iscritti ad altre forme di previdenza. Riassumendo, le categorie interessate sono quelle dei dipendenti e degli autonomi che, a seguito dell’emergenza in atto, hanno cessato o ridotto la propria professione. Inoltre, non può essere richiesto da coloro che hanno beneficiato del decreto Cura Italia.

Bonus Inps anche agli studenti con ISEE basso

Il bonus spetterà anche agli studenti che hanno un ISEE basso. Sarà dedicato all’aiuto delle famiglie in difficoltà economiche, che non riescono a portare avanti gli studi dei figli. In questo caso il bonus serve ad alleggerire il carico economico dei genitori ed è come se fosse una specie di borsa di studio. I ragazzi devono dimostrare di avere un buon rendimento scolastico e un ISEE modesto. In questo caso, il bonus è pari a 1.000 euro. Gli studenti devono frequentare le scuole secondarie di primo o secondo grado. La media dei voti richiesti si aggira attorno all’8 e al 10.

Asili nido

Una parte del bonus è anche dedicata agli asili nido. Per tutti i figli nati dal 1 Gennaio 2016, spetta un bonus fino a 1.000 euro. Questi soldi serviranno ad aiutare i genitori a pagare le rate delle rette degli asili. Il bonus è assegnato anche a quei bambini affetti da gravi patologie, che con un’età inferiore a 3 anni non possono frequentare il nido nelle strutture. In questo caso, l’importo massimo erogabile si aggira intorno ai 3.000 euro annui e verrà distribuito tenendo conto dell’effettiva frequenza del bambino. Per avere il bonus per intero, sarà necessario che il bambino abbia frequentato l’asilo per 11 mesi. Nel caso in cui la permanenza sia minore, vi è un calcolo che si basa sui mesi fatti all’asilo e il proprio ISEE.

Pc e tablet

Il nuovo contributo economico per pc e tablet va da un minimo di 200 euro fino a un massimo di 500. Come nel bonus cultura destinato a insegnanti e studenti, i soldi non arrivano direttamente sul conto ma vengono dati sotto forma di sconto. Per fare domanda, è necessario andare a una sede degli operatori TLC con un documento di identità. la richiesta di attivazione del bonus Inps e un’autocertificazione che attesti la presenza di un ISEE inferiore i 20.000 euro. In questo caso, potranno essere acquistati anche portatili, tastiere, modem e tablet.

Commenti