Dusan Vlahovic finalmente è un giocatore della Juventus

0
294

La notizia era nell’aria da qualche settimana, ma nell’ultima è diventata realtà: Vlahovic è un nuovo giocatore della Juventus. Una grande operazione di mercato da parte della dirigenza bianconera che si è assicurato uno dei talenti del calcio europeo. Dusan, attaccante serbo classe 2000, nelle ultime stagioni di Serie A ha sbalordito tutti, arrivando a siglare 17 reti in 21 presenze solamente nella prima parte dell’attuale campionato. La fumata bianca è arrivata dopo che i dirigenti della Vecchia Signora hanno limato i dettagli con gli agenti del giocatore. Un affare più volte anticipato dai principali bookmakers e casino con migliori bonus casino senza deposito, dove davano ormai per certo il suo approdo a Torino.

Le cifre dell’accordo tra Juventus e Fiorentina sono ormai conosciute. Parliamo di un trasferimento pari a 68 milioni fissi più 7 di bonus per un totale di 75 milioni. A prevalere, insomma, sono stati i bianconeri, forti della volontà del giocatore di vestire la maglia di una delle squadre italiane più forti di sempre. L’importo totale, inoltre, verrà pagato in rate per ben cinque anni. Inoltre nel contratto d’acquisto non sarebbero presenti clausole in favore dei Viola in caso di cessione dell’attaccante. La Fiorentina ha già chiuso per il sostituto dell’attaccante serbo, ovvero Arthur Cabral.

Insomma, Dusan Vlahovic è pronto a far gioire i tifosi bianconeri a suon di gol e dovrà ripagare la fiducia della dirigenza dopo l’enorme cifra sborsata per il suo acquisto. Il giocatore firmerà un contratto da 7 milioni di euro fino al 2026 con opzione per il 2027. Inoltre, secondo quanto riporta TuttoMercatoWeb, Darko Ristic, agente del serbo, ha pattuito per le commissioni un compenso di 12 milioni di euro.

Quando capitano affari del genere, con cambi di maglia importanti a metà stagione, inevitabilmente si modificano gli equilibri del campionato. Soprattutto cambia anche il modo di giocare per il calciatore. Dusan Vlahovic si sta inserendo in una realtà diversa rispetto a quella di Firenze. Lì era titolare inamovibile e rigorista, inoltre la squadra girava intorno a lui permettendogli in questa prima parte di stagione di siglare ben 17 reti in 21 partite, con 5 rigori segnati ed uno solamente sbagliato. Sicuramente sarà difficile fare meglio nella seconda parte di stagione. Ora sorge il dubbio di come si adatterà il serbo alla squadra allenata da Allegri. Sono tant i modi con cui può giocare la Juve, partendo da un 4-2-3-1 con Vlahovic prima punta, passando per un 4-4-2 in coppia con Dybala.

In questi giorni, inoltre, si è parlato di una possibile partenza di Morata al Barcellona, ma l’Atletico non vuole rinforzare una diretta concorrente, per questo motivo lo spagnolo potrebbe restare. I due possono giocare insieme oppure Morata potrà essere il vice del serbo. Non bisogna sottovalutare la presenza di Kean che porterebbe a massicci turn over che non permetterebbero a Vlahovic di essere sempre presente in campo. Un prezzo da pagare se si vuole giocare nella Juventus. La concorrenza è alta, le competzioni tante.