Durigon sotto il mirino di Fanpage: un’inchiesta sconvolgente

0
660
Durigon

Problemi per Claudio Durigon. Il deputato del Carroccio, oggi sottosegretario all’Economia, finisce al centro dell’inchiesta di Fanpage: in un video ripreso con telecamera nascosta confida il motivo per cui non è preoccupato delle indagini della magistratura che riguardano il suo partito. Prima di diventare deputato, nel 2018, Durigon aveva fatto carriera nel sindacato Ugl, ricoprendo il ruolo di vicesegretario generale dal 2014 al 2018.

Qualche dettaglio in più

Nel momento in cui la Lega si è ritrovata in difficoltà economiche per i 49 milioni sequestrati, scrive Fanpage: “Durigon è arrivato in soccorso del leader leghista mettendo a disposizione uomini, sede e mezzi del sindacato Ugl”. Un ex deputato e dirigente leghista dichiara alla testata: “Mi ricordo che ce l’ha presentato Salvini. Diceva che era una sorta di nuova leva che doveva aprire il partito al Sud. La sua scalata non si spiega con meriti acquisiti sul campo”. Il rapporto tra l’Ugl e la Lega avrebbe aiutato il partito a radicarsi nel Lazio. In quell’occasione i tesserati del sindacato davano una mano a riempire le piazze laziali ai comizi di Salvini. E nel mentre diverse personalità legate all’Ugl ottenevano ruoli nel Carroccio.


Salvini tra Draghi e Meloni: il destino della Lega


Follow the Money: la carriera di Durigon

“Quello che indaga della guardia di finanza […] il generale, lo abbiamo messo noi“. A parlare, ripreso da una telecamera nascosta, è proprio l’attuale sottosegretario all’Economia del governo Draghi. Nell’inchiesta Follow the Money di Fanpage, viene ricostruita tutta la carriera del parlamentare: ripercorrendo in modo più approfondito la “proficua collaborazione” tra il sindacato e il Carroccio.