Duo Genuardi e Ruta: reinterpretazione della masseria

Gli artisti hanno reinventato lo spazio interno di una masseria con delle installazioni

0
548
due Genuardi e Ruta
Una delle installazioni all'interno di Masseria Canali

Sabato 26 e domenica 27 giugno si inaugura negli spazi di Masseria Canali a Casarano la mostra “Sotto verde manto”. L’esposizione è la personale del duo Genuardi e Ruta.


Steven Holl Architects: mostra internazonale a Wrocław


Come ha lavorato il duo Genuardi e Ruta?

“Sotto verde manto” è il risultato della permanenza di Antonella Genuardi e Leonardo Ruta in masseria e del loro soggiorno in Salento. Una riflessione su consuetudini e riti delle civiltà marinare e contadine, vivendo i suggestivi intrecci di storie del territorio. Gli artisti innescano un dialogo indoor a partire dalle forme e dal paesaggio che li circonda. Costruzioni antiche e grotte rupestri, città e monumenti, torri saracene, pietre ambrate sono i materiali con cui lavorare. L’intervento, realizzato negli spazi del casolari, ha riguardato strutture elicoidali, corpi abbigliati con tessuti di superficie opaca e riflettente. Un dialogo con l’ambiente interno e in armonia con le esigenze funzionali di un’abitazione privata.

Il progetto

Figlio di Cascina I.D.E.A., il progetto di residenze artistiche prende avvio ad Agrate Conturbia dal 2017. Un’iniziativa che offre ai talenti la possibilità di vivere due realtà peculiari sia dal punto di vista paesaggistico che della tradizione artigiana. Sono infatti il lago Maggiore e il Monte Rosa e i due mari della Puglia ad ospitare i talenti. Per la seconda edizione, Nicoletta Rusconi ha scelto di collaborare con Davide Meretti. Quindi l’iniziativa si svolge a Masseria Canali, nel cuore del Salento.

La struttura

Masseria Canali è una vecchia casa colonica recentemente ristrutturata e risale alla fine del 1800. Si trova nella campagna tra i comuni di Casarano e Collepasso, nel cuore del Salento, tra gli ulivi secolari. Anticamente la vita della contrada ruotava intorno alla produzione dell’olio e alla pastorizia. Fulcro della vita della contrada, il casolare garantiva pane e acqua ai contadini col pozzo e al forno a legna. Ampliata nel corso degli anni, la costruzione presenta una sovrapposizione di epoche e stili. Dopo anni di abbandono, Davide Meretti l’acquista nel 2015 e sistemata. Mentre l’esterno è chiaramente in stile salentino, gli interni hanno un carattere internazionale. infatti, la maggior parte dei pezzi sono vintage, raccolti dal proprietario durante viaggi.

“Sotto verde manto” del duo Genuardi e Ruta

Il duo indaga i fattori costitutivi dello spazio, ridefinendo l’architettura attraverso la pittura. Poi traducono l’incontro della luce coi volumi del costruito, mantenendo sempre al limite l’equilibrio tra una geometria della realtà e una visionaria. Le forme che Genuardi e Ruta costruiscono sono frutto di una ricerca sulla luce, sui volumi. La riflessione sullo spazio non deriva da una matrice tecnico-analitica, ma dal bagaglio di memorie. La mostra è accompagnata anche da un testo critico a cura di Elsa Barbieri.

Immagine da cartella stampa.