Due YouTuber rischiano l’espulsione da Bali

0
369
Due YouTuber rischiano l'espulsione da Bali
Frame del video incriminato.

Due YouTuber rischiano l’espulsione da Bali dopo aver realizzato un video divertente in cui violano le severissime leggi locali sull’obbligo di indossare la mascherina contro il Covid-19. Il video, pubblicato lo scorso 22 aprile sul canale di Josh Paler Lin, è stato rimosso da YouTube. 

Due YouTuber rischiano l’espulsione da Bali: la ricostruzione dei fatti

Nel video si vede una giovane donna, di nome Leia Se, che inizialmente cerca di entrare all’interno di un supermercato senza mascherina. La guardia di sicurezza le vieta l’ingresso per ovvi motivi, ma invece di voltarsi e indossare mascherina chirurgica, la YouTuber si dipinge un “falsa” mascherina realistica sul viso. Questa volta, la giovane supera con successo i controlli di sicurezza e cammina per diversi minuti all’interno del negozio, sotto lo sguardo sorpreso dei clienti.


Hawaii: è il primo Stato a dichiarare l’emergenza climatica


I due YouTuber rischiano la deportazione

Sebbene questo sia il primo reato noto di Josh Paler Lin e Leia Se, i loro passaporti sono stati sequestrati dalle autorità locali. “Saranno esaminati con i servizi di immigrazione per prendere la decisione di deportarli o meno”, conferma ai media locali I Putu Surya Dharma, portavoce dell’ufficio regionale del Ministero della legge e dei diritti umani a Bali.

Le scuse da parte di Josh Paler Lin

Secondo una dichiarazione della polizia, Leia Se è una cittadina russa, mentre Josh Paler Lin di Taiwan, ma con residenza negli Usa. Quest’ultimo si è scusato sul suo account Instagram dichiarando:  

“L’intenzione nel realizzare questo video non era affatto quella di mancare di rispetto o di invitare le persone a non indossare la mascherina, abbiamo fatto il video per divertire le persone perché siamo creatori di contenuti ed è il nostro lavoro intrattenere“.

L’Indonesia applica rigorosamente l’obbligo delle mascherine, con la polizia che può emettere multe al primo sgarro e arrivare a deportare gli stranieri alla seconda infrazione. Le autorità hanno emesso 8.864 multe per mancato rispetto della maschera, in una sola settimana.