Due pazienti affetti da Ebola che sono stati trattati con nuovi farmaci nella città di Goma, nel Congo orientale, sono stati dichiarati “guariti” e riportati a casa.

I migliori medici che hanno combattuto l’Ebola hanno utilizzato il caso per insistere sul messaggio che le persone possono riprendersi dalla malattia potenzialmente mortale se cercano cure adeguate.

L’ebola è pericolosa ma è anche curabile con un trattamento corretto, ha affermato il Dr. Jean-Jacques Muyembe, direttore dell’Istituto nazionale per la ricerca biomedica del Congo.

“L’Ebola uccide rapidamente e l’Ebola guarisce rapidamente. Questo è il messaggio “, ha detto Muyembe, in una conferenza stampa a Goma. “Questi casi sono stati rilevati molto rapidamente. Il marito è stato infettato, è stato a casa per 10 giorni e sua moglie e suo figlio sono stati infettati “, ha detto Muyembe. “Non appena i team di risposta hanno rilevato questi casi, li hanno portati qui al centro di trattamento. Abbiamo dato loro un trattamento efficace e qui in breve tempo entrambi sono guariti. “

Muyembe ha affermato che due nuovi farmaci “sono ora utilizzati per curare i pazienti con Ebola perché, secondo gli studi e i risultati ottenuti in laboratorio, questi sono i due farmaci efficaci”. Muyembe e altri scienziati hanno annunciato, questa settimana, che i risultati preliminari di due prove in Congo hanno dimostrato che due farmaci – prodotti da Regeneron e dal National Institutes of Health degli Stati Uniti – sembrano salvare delle vite.

Ebola: emergenza sanitaria mondiale in arrivo? Parla un esperto

I ricercatori hanno detto che sono necessari ulteriori studi per inchiodare quanto bene funzionano questi due composti. I farmaci sono anticorpi che bloccano l’Ebola. Nello studio, un numero significativamente inferiore di persone è morto tra quelli a cui è stato somministrato il farmaco Regeneron o il NIH, circa il 30%, rispetto a quelli che hanno ricevuto un altro trattamento. Esperance Nabintu si rallegrò del fatto che lei e il suo giovane figlio fossero sopravvissuti all’Ebola. “Sia lodato il Signore, ringrazio moltissimo il Signore. Io e mio figlio eravamo malati di Ebola, ma Dio ci ha appena guariti.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here