Avellino e Avola  nel giro di un’ora diventano scene del crimine

 

Il primo episodio è accaduto ad Avellino alle ore 6.30 di questa mattina.  Un uomo di 71 anni soffoca e uccide la sorella Giuseppina Bellizzi di 78 al culmine di una lite.

A dare l’allarme un altro fratello che a sua volta è stato ferito con un grosso coltello da cucina, ma non è in pericolo di vita.

L’omicida dopo la separazione con la moglie faceva la spola tra Bologna e Avellino per andare a trovare la sorella almeno una volta al mese.

Dalle prime informazioni risulta che la stessa donna ha allertato l’altro fratello per chiedere aiuto.

Il 71 enne omicida è in caserma ed è attualmente  sottoposto ad  interrogatorio.

I vicini riferiscono che la Signora Giuseppina era una donna estremamente mite, ben conosciuta ad Avellino in quanto ex dipendente comunale, e che questa mattina nulla ha fatto presagire una lite nella sua casa.

 

 

Il secondo femminicidio è avvenuto alle 7.30 di questa mattina ad Avola nel Siracusano.

Loredana Lopiano, 47 anni, è stata accoltellata davanti alla sua casa, dopo aver probabilmente aperto la porta al suo assassino.

Attualmente le forze dell’ordine si sono messi alla ricerca di un diciannovenne, amico di famiglia. Stante le prime informazioni  il giovane è il fidanzato della figlia della vittima.

Sembra che la figlia della vittima avesse lasciato il fidanzato e negli ultimi gorni quest’ultimo avrebbe insistito per vederla passando pure alle minacce, poi stamattina alle 7,30 il brutale assassinio.

Sarebbe stata proprio la ragazza a trovare il corpo della madre e a chiamare la polizia.

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here