Dopo 25 splendidi anni di ricca carriera, l’ex capitano della Roma, Francesco Totti, da poco diventato dirigente della società giallorossa, è oggi volato a Dubai per partecipare al ‘Dubai Internatio­nal Sports Conference‘.

Giunta alla sua dodicesima edizione, la sopracitata cerimonia, dovrà accogliere protagonisti di alto rango, tra questi il presidente della FIFA Gianni Infantino, l’allenatore dell’Atletico Madrid Diego Simeone, l’ex capitano del club blaugrana Puyol, due ct italiani di livello mondiale come Marcello Lippi e Fabio Capello, l’arbitro per eccellenza PierLuigi Collina e con lui anche il calciatore per antonomasia Diego Armando Maradona, e poi molti altri personaggi illustri del calcio e dello sport intero.

Durante la manifestazione, voluta dal Dubai Sports Council, Totti riceverà un altro sontuoso premio in onore alla sua lunga carriera dedicata interamente alla maglia della sua città nativa, la Roma.
Insieme al capitano saranno premiati anche Giggs e Puyol.

Ad accompagnare l’ex numero 10 giallorosso è stato l’amministratore delegato Umberto Gandini. Quest’ultimo ha avuto anche modo di poter parlare del progetto per il nuovo stadio della Roma.

Queste le sue parole:
“Stadio? Siamo nelle fasi finali per completare il nostro progetto. Ci auguriamo di poter avviare i lavori nel 2018. Il duro lavoro del club ha portato il sostegno del governo, e abbiamo trovato un nuovo percorso per investimenti e realizzazione di progetti. Lo stadio ha molte strutture e destinazioni di intrattenimento come un centro commerciale e grandi spazi e nove parcheggi per un gran numero di automobili“.

Commenti