Draghi-Putin: colloquio telefonico sulla crisi ucraina e relazioni bilaterali

0
406
Draghi-Putin

Colloquio telefonico Draghi-Putin. Il premier italiano e il presidente russo hanno discusso della crisi ucraina e delle relazioni bilaterali tra Roma e Mosca.

Colloquio Draghi-Putin: cos’è successo?

Il premier Mario Draghi ha tenuto un colloquio telefonico con il presidente russo Vladimir Putin. I due leader hanno discusso della crisi ucraina e delle relazioni bilaterali tra Roma e Mosca. Secondo quanto riferito, Draghi ha sottolineato l’importanza dell’attuazione di una de-escalation nella crisi ucraina e Putin ha confermato l’intenzione di Mosca di “continuare a sostenere stabili forniture di gas all’Italia”.  Il sito del Cremlino riporta che i due leader hanno concordato sulla necessità di trovare una soluzione “sostenibile e duratura” alla crisi ucraina e di ricostruire un “clima di fiducia”.  Inoltre Putin ha illustrato a Draghi i punti chiave per Mosca sulla questione delle garanzie di sicurezza.  

Il Cremlino riferisce anche che “sono stati affrontati alcuni temi dell’agenda bilaterale, in primis quelli relativi alla cooperazione in campo commerciale, economico e energetico”.  Il presidente russo si è anche detto soddisfatto dei risultati raggiunti a seguito di un vertice tra Mosca e alcuni rappresentati delle grandi aziende italiane. “I due leader hanno deciso di continuare il dialogo nell’interesse di sviluppare relazioni russo-italiane reciprocamente vantaggiose”, si legge nella nota del Cremlino.


Leggi anche: Putin: nostro attacco è invenzione degli USA