Donazioni e trapianti, a che punto sono?

0
546
Donazioni e trapianti in Piemonte e in Valle d'Aosta - articolo di Loredana Carena

L’emergenza sanitaria non ha fermato le donazioni e i trapianti in Piemonte e Valle d’Aosta

La rete di donazioni e di trapianti di cellule staminali, di organi e di tessuti, fortunatamente, non ha subito un rallentamento sui territori del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Nonostante la complessa emergenza sanitaria, che si è dovuta affrontare negli ultimi mesi, le due regioni si confermano un’eccellenza territoriale in tema di donazioni e di trapianti.

Lo attesta uno studio pubblicato dal Centro Regionale Trapianti che presenta i dati statistici raccolti sino al 30 settembre 2020.

Qual è la percentuale dei donatori effettivi?

I donatori effettivi sono le persone dichiarate decedute da cui è stato possibile asportare un organo per essere trapiantato in un altro individuo.

Il numero dei donatori sul territorio piemontese è tra i più elevati di tutto il territorio nazionale.

Infatti il Piemonte si colloca al primo posto in termini di numero di donatori: 34,6 per milione di popolazione (pmp) rispetto ai 27,2 milioni del Nord, ai 30,4 del Centro e ai 12,7 del Sud e delle Isole.

Un trend decisamente in crescita rispetto al 2019, quando il numero dei donatori effettivi era di 30,6 per milione di popolazione.

Questi dati dimostrano l’elevato grado di solidarietà della popolazione nell’atto della donazione di organi e la fiducia consolidata verso il mondo dei trapianti.

Trapianti

Il numero dei trapianti di organi è aumentato in rapporto all’anno precedente.

I dati al 30 settembre 2020 sono: 58,1 pmp (5,6 al 2019) trapianti di rene per un totale di 184 trapianti eseguiti; 36,1 pmp per il fegato (32.9 del 2019) per un totale di 114 trapianti; 6.3 pmp per il cuore ( 5.6 al 2019) con 221 trapianti totali.

A questi dati si aggiungono 12 trapianti combinati quali: 6 di rene e fegato, 4 di rene e pancreas, 1 di rene e polmone e 1 rene/pancreas/polmone.

Per il trapianto dei polmoni, invece, i dati risultano in calo di circa due punti rispetto al 2019.

Trapianti di tessuti

I dati relativi alle attività nell’ambito dei trapianti di tessuti sono i seguenti: 1.147 prelievi di cornee per un totale di 313 trapianti; per la cute 32 prelievi eseguiti e 65 trapianti; 87 prelievi e 181 trapianti di tessuto di muscolo – scheletrico.

Per valvole e vasi i numeri sono rispettivamente 19 e 38 prelievi a fronte di 12 trapianti eseguiti e 47 innesti effettuati di membrane amniotiche.

Donazioni e trapianti di cellule staminali ematopoietiche

Sono 56.374 i donatori attivi di cellule staminali ematopoietiche, presenti nel registro del Piemonte e Valle d’Aosta.

Il prelievo di cellule staminali da un individuo sano e compatibile consente di effettuare il trapianto del midollo osseo.

Questa tecnica è, attualmente, una delle strategie terapeutiche più efficaci nella cura di ematopatie maligne e ereditarie.

I dati raccolti dal Centro Regionale Trapianti indicano che sino al 30 settembre 2020 sono stati eseguiti 248 trapianti di cui 81 allogenici, ovvero da donatore sano a ricevente malato, e 167 autologhi, ovvero autotrapianto dopo un opportuno trattamento.

La nostra forza – dichiara il Professor Antonio Amoroso, Coordinatore del Centro Regionale Trapianti della Regione Piemonte – risiede nell’elevata organizzazione di tutta la rete di donazione e trapianti.

A ciò si aggiungono lo spirito di squadra, l’impegno e professionalità di medici e infermieri uniti alla dedizione al paziente.

Tutte queste qualità – aggiunge il Professor Amoroso – ci hanno consentito di operare e rispondere efficacemente alle richieste dei nostri trapiantati”.

“La nostra attività – dichiara la Dottoressa Anna Guermani, responsabile del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti del Piemonteè stata possibile, sicura ed efficace anche grazie all’innalzamento dei livelli di attenzione.

Abbiamo attuato, infatti, test ancora più specifici –conclude la Dottoressa Guermani – per escludere ogni possibile infezione nel donatore”.

Il lungo periodo di emergenza sanitaria, purtroppo non ancora concluso, non ha quindi né fermato né rallentato l’attività di tutti gli operatori del Centro Trapianti della Regione Piemonte.

Questi, infatti, continuano con dedizione e professionalità a dare una nuova vita a coloro che pensavano di non avere più futuro.

Fondazione D.O.T.

La Fondazione D.O.T. (Donazione Organi e Trapianti) nasce nel 2017 con lo scopo di promuovere iniziative a sostegno della ricerca scientifica nella medicina dei trapianti di cellule staminali, organi e tessuti.

I soci fondatori dell’ente sono: AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Città di Torino, Politecnico di Torino, Regione Piemonte e Università degli Studi di Torino.

A questi si sono uniti altri Enti ed Istituzioni che condividono la mission della Fondazione D.O.T.

DONAZIONI E TRAPIANTI 2020 IN PIEMONTE E IN VALLE D'AOSTA - ARTICOLO DI LOREDANA CARENA
DONAZIONI E TRAPIANTI, UN GESTO DEL CUORE
Commenti