Domenica torna l’ora solare – le lancette un’ora indietro

0
790

Domenica 28 ottobre tornerà l’ora solare e dovremo tutti mettere le lancette dell’orologio un’ora indietro, anche se oggigiorno tutti gli apparecchi elettronici si aggiusteranno da soli, grazie al collegamento che hanno ad internet.

CURIOSITA’ SULL’ORA LEGALE:

La prima teoria dell’ora legale risale addirittura al Settecento. L’americano Benjamin Franklin, l’inventore del parafulmine, intuì che facendo adattare l’orario ai cambiamenti della luce, durante l’estate si sarebbe risparmiato molto, in energia destinata all’illuminazione.

In Italia l’ora legale venne introdotta per la prima volta nel 1916. L’Unione Europea nel 2001, ha stabilito che in ciascuno Stato membro il periodo dell’ora legale ha inizio alle ore 1.00 del mattino, ora universale, dell’ultima domenica di marzo e termina alle ore 1.00 del mattino, ora universale, dell’ultima domenica di ottobre. In Italia significa regolare l’orologio alle 2 del mattino e portarlo a segnare le 3.

Con l’inverno alle porte, comunque, i vantaggi dell’ora legale vengono meno: a fronte di un’ora di luce risparmiata al tramonto, se ne perde una all’alba.

PERCHE’ METTIAMO L’ORA LEGALE?

Perché si risparmia!

La società Terna, che è il gestore della rete elettrica nazionale, comunicava che nel 2016 grazie all’ora legale, in Italia si risparmiarono 573 milioni di kilowattora (il kilowattora è la misura della corrente elettrica che si consuma). Una cifra pari al consumo elettrico medio annuale di 210 mila famiglie.

In effetti, sarebbe più corretto chiamarla daylight saving time, cioè orario di risparmio della luce diurna.

Commenti