Dolomiti Pride, un invasione pacifica di orgoglio a Trento

0
169

Si terrà domani 9 giugno a Trento la prima edizione di Dolomiti Pride, la parata che vedrà sfilare nelle vie del capoluogo del Trentino Alto Adige l’orgoglio omo, bi, trans e intersessuale. Ad organizzare la prima giornata dell’orgoglio in terra trentina sono state varie realtà del territorio come Arcigay Trentino, Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige e Südtirol, Centaurus Bolzano, Agedo Trentino e Famiglie Arcobaleno.

La giornata di domani vede il patrocinio di numerose istituzioni locali come Comune di Trento, Comune di Bolzano, Comune di Merano e Università di Trento. Il corteo passerà per via Torre Verde, piazza Raffaello Sanzio, via Bernardo Clesio, via dei Ventuno, Piazza Venezia, via San Francesco d’Assisi, largo Luigi Pignatelli, via Francesco Barbavovi, via Giuseppe Mazzini, via del Travai, via Antonio Rosmini, via Giuseppe Verdi e via Roberto da Sanseverino, per un totale fi circa 3,2 chilometri.

Tra le varie attività sono previsti due tour guidati (sabato 9 e domenica 10 giugno ore 11 in Piazza Dante Alighieri) per il centro di Trento in compagnia di William Belli, appassionato di storia e storia dell’arte. Sempre da Piazza Dante, alle ore 15 partirà il corteo che invaderà pacificamente il centro di Trento, mentre post parata dalle 18 alle 1.00 presso il Parco Michelin (zona Le Albere) ci saranno le attività e i momenti di intrattenimento post pride (sono in cartellone 20 artisti, 2 cori e 6 drag che si esibiranno alternate dai discorsi politici di rivendicazione da parte degli e delle attiviste).

Il percorso che sta portando la città di Trento al 9 di giugno non è stato di certo semplice e senza polemiche. Alla ribalta nazionale sono arrivati i no del presidente della Provincia Autonoma di Trento Ugo Rossi e il Sindaco di Rovereto, Francesco Valduga che per non condivisione delle modalità e in parte delle richieste, hanno deciso di non concedere il patrocinio al Dolomiti Pride.

Ma i volontari e le volontarie della sfilata dell’orgoglio lgbti di Trento non sono soli e sole nella loro rivendicazione dei diritti civili. La loro attivazione rientra all’interno di ciò che ormai da anni ha sostituito un unico pride nazionale, l’Onda Pride, diventando un cartellone nazionale di “sfilate orgogliose”, 30 nel 2018.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here