Dollaro: la valuta crolla e gli investitori guardano altrove

0
509
Dollaro: valuta precipita

Questa settimana il dollaro è scivolato ai livelli più bassi degli ultimi due anni. Gli investitori e gli analisti pensano che continuerà a scendere. L’unica perplessità riguarda la velocità con cui scenderà. La previsione si basa su di un presupposto forte: il Covid-19 sarà battuto, ma solo nei mesi a venire. I vaccini permetteranno alle economie di tutto il mondo di tornare alla normalità entro il prossimo anno. Intanto i titoli su cui investire si trovano fuori dagli States.

Perché il dollaro è in caduta?

La discesa del biglietto verde coincide con l’esuberanza del mercato azionario statunitense. Una valuta debole può aiutare le azioni con grandi operazioni all’estero, perché i guadagni in valuta estera valgono di più in termini di dollari. L’indice ICE del dollaro è sceso questa settimana sotto quota 92, livello più basso dal 2018. Una recente indagine degli strategist di Citigroup prevede che il dollaro potrebbe calare del 20% nel 2021, man mano che gli investitori stranieri si muoveranno a protezione dalle fluttuazioni valutarie del biglietto verde.

Le valutazioni degli strategist

In passato il biglietto verde ha riservato grosse sorprese agli investitori. Alcuni esperti vedono oggi una situazione simile a quella dei primi anni 2000, quando il dollaro scese quasi del 20%. Nel 2008 molti si aspettavano che il dollaro si indebolisse ulteriormente, ma ci fu un netto ribaltamento a partire da luglio. Le valute sono notoriamente difficili da prevedere. Questo perché il loro andamento è il risultato di una serie di fattori: flussi commerciali, investimenti, tassi di interesse ed inflazione. Prevedere l’andamento delle valute è una forma d’astrologia dei mercati finanziari. Ma prima del Covid le cose erano diverse.

Il dollaro prima del Covid

Quest’anno il dollaro è salito in primavera, durante il Covid. Il dollaro ha cominciato e proseguito la caduta nel corso dell’estate. il successo dei vaccini, insieme alle aspettative di una politica commerciale meno antagonista ad opera di Joe Biden, guideranno la crescita globale. Gli investitori, prevedendo questo scenario, venderanno probabilmente i beni americani e compreranno asset in altri Paesi. Il che significa anche vendere il dollaro, abbassandone il valore.