Dolianova (Cagliari) – Si cercano i corpi dei due fratelli calabresi scomparsi nel nulla

0
413

Sono ormai passate due settimane e mezzo da quella domenica, era il 9 febbraio 2020, quando i due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, sono spariti da Dolianova. “Superesame” dei Ris sui reperti.

Le speranze di ritrovare in vita i fratelli Mirabello calano di giorno in giorno, irrimediabilmente. Nella giornata di martedì sono proseguiti per ore gli accertamenti tecnici irripetibili svolti dai carabinieri del Ris di Cagliari sui guanti e su altri reperti tra i quali una roncola, alcune scarpe, un martello e un bastone recuperati nel corso delle indagini.

Tutto il materiale recuperato può portare nuovi elementi utili sulla scomparsa dei due fratelli. Sono ormai passate due settimane e mezzo da quella domenica, era il 9 febbraio 2020, quando i due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni, sono spariti da Dolianova: la Procura di Cagliari ha da giorni aperto un’inchiesta per duplice omicidio.

Scomparsa Fratelli Mirabello: si indaga per duplice omicidio

Con gli specialisti del Ris c’erano i due legali che difendono J.M e M.M., padre e figlio, vicini di casa dei Mirabello, iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di duplice omicidio. 

Con i due indagati i Mirabello avrebbero avuto screzi in passato, forse per questioni legate a un terreno e ad alcuni capi di bestiame. Le indagini non sono arrivate ad alcun punto di svolta per adesso. Si lavora per catalogare tutti i reperti. Oggi ci saranno nuove analisi sulla Fiat Panda sequestrata a J.M. 

Si cercano nei pozzi e negli stagni della zona del sud della Sardegna i corpi di Massimiliano e Davide Mirabello: al lavoro i carabinieri della compagnia di Dolianova e del Nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari, con la collaborazione dei Cacciatori di Sardegna, i militari del Nono Battaglione, le unità cinofile e molecolari, con l’ausilio dei vigili del fuoco e dei loro sommozzatori.

Commenti