DL Natale: le nuove regole restrittive temporanee

0
984
DL Natale

18 Dicembre 2020 – Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha tenuto a Palazzo Chigi una conferenza stampa sulle nuove misure per il contenimento dell’emergenza da Covid-19, il DL Natale. Non più un DPCM ma un Decreto Legge. Un atto con valore di legge adottato dal Governo nei casi di straordinarietà e urgenza. Ha chiaramente un’efficacia dal momento della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. L’adozione di questo tipo di provvedimento avviene nei casi in cui non è possibile sostenere la normale prassi parlamentare per l’emanazione di una legge.

E adesso cosa cambia?

L’atteso dl di Natale è arrivato. l’Italia tutta sarà considerata zona rossa per tutti i festivi e prefestivi fino alla Befana. 24,25,26,27,31 dicembre e 1,2,3,5,6 gennaio. Negozi, bar e ristoranti chiusi. Divieto tassativo di uscire da casa propria se non per i soliti motivi di lavoro e salute. E’ possibile ricevere nella propria abitazione massimo 2 persone non conviventi con eventualmente i propri figli minori di 14 anni. Una misura per consentire quel “minimo di socialità che si addice a questo periodo” riferisce il premier. Per i giorni 28,29,30 dicembre e 4 gennaio saranno in vigore le norme come da zona arancione.

DL Natale: una decisione non facile e sofferta

Dopo molti giorni di discussioni intense tra governo e task-force sanitaria, è arrivata la nuova stretta. Già ampiamente annunciata da alcuni quotidiani, le nuove norme sono previste per evitare pranzi e cene festive possano essere ricordate un pò come le passate vacanze estive .”La situazione è difficile e vi assicuro che è una decisione non facile e sofferta perché abbiamo visto che il virus si lascia piegare ma non sconfiggere. Dice il premier Giuseppe Conte evidenziando come anche i medici implicati nell’analisi siano preoccupati in vista di una probabile risalita della curva dei contagi. Il Consiglio dei Ministri alle 18 ha permesso di arrivare ad un punto di equilibrio sia con il Governo che con le regioni. Queste ultime durante l’arco della giornata erano anche pronte a varare ordinanze in vista del Natale che si avvicina. La tensione tra i governatori era palpabile. Ma evidentemente per l’importanza sociale e ideale che le feste di Natale hanno per gli italiani bisognava avere in mano la situazione definitiva e ben precisa prima di rivolgersi ai cittadini tutti.

Il Consiglio dei ministri quindi ha dato un voto positivo al DL Natale. Le misure in giornata sono state valutate da Giuseppe Conte con i capi delegazione di maggioranza. Alla fine Francesco Boccia, ministro per gli affari regionali e le autonomie nel Governo, ha riferito alle Regioni. Tutto questo per definire le misure anti contagio da inserire nel nuovo DL per un Natale diverso.

Commenti