USA – I divorzi durante l’epidemia sono notevolmente aumentati

Boom di divorzi durante l'epidemia. Quali sono le cause? E quali le conseguenze?

0
448
divorzi durante l'epidemia

Gli esperti hanno riscontrato un notevole aumento di nascite e divorzi durante l’epidemia. Perché? Cosa ha causato questo fenomeno?

Divorzi durante l’epidemia: le testimonianze

Julia, una donna di 40 anni residente a Otawa ha raccontato la sua storia a Global News. Prima del lockdown lei e suo marito si erano decisi a lavorare sul loro matrimonio, che da un po’ sembrava non funzionare. Tuttavia, lo stress di due lavoratori in prima linea, con una pandemia in corso e tre bambini a casa, ha risposto per loro.

I due coniugi hanno capito che il loro matrimonio, durato 16 anni, non poteva più andare avanti. “Forse la pandemia l’ha portata a compimento”, ha detto.

Divorziati in casa

Julia e suo marito hanno preso la fatidica decisione, eppure in quel momento è arrivata la parte più difficile. Dato che i due lavoravano in prima linea e non volevano contaminare altre famiglie, sono dovuti rimanere separati in casa per molto tempo.

Il loro divorzio non sarà finalizzato fino al prossimo anno. Questo perché i tribunali dell’Ontario continuano ad essere chiusi per questioni non urgenti. Nel frattempo, gli ex coniugi vanno avanti con un accordo di separazione, in modo da accelerale le procedure.

Non è del tutto sorprendente che lo stress della pandemia abbia causato la rottura di molti matrimoni. Nonostante questo, si aggiunge la fatica data dalle sfide dei procedimenti di divorzio. Infatti, i tribunali rimangono chiusi e le testimonianze vengono spostate online. Questo è quello che riportano molti avvocati, aggiungendo che ci sarà un picco nei documenti quando i tribunali riapriranno.

Perché sono aumentati i divorzi durante l’epidemia?

Liza Bakhshi, un avvocato presso la Dhillon Law, ha affermato che non solo sono aumentati i divorzi, ma anche le chiamate per chiedere in generale come funzionassero i divorzi.

“La pandemia ha sicuramente influenzato le relazioni delle persone all’interno della casa, soprattutto considerando che entrambe le parti devono lavorare da casa.” Ha detto. Molte famiglia non hanno il privilegio di una grande casa, e per questo motivo condividere sempre del tempo insieme, se già si avevano problemi, non è stato del tutto “salutare”.

Inoltre, sono aumentati di molto i problemi di salute mentale. Il sentimento di isolamento che può aver creato il lockdown, unito a una relazione “povera”, posso creare un abiente preparatorio al divorzio.

“Sei costantemente in un piccolo spazio con quell’individuo … che porta a più problemi all’interno della famiglia”, ha detto Bakhshi.  

Un altro avvocato, Ron Shulman, ha affermato che i divorzi aumentano sempre in condizioni di recessione economica. Tuttavia, il coronavirus ha creato un ambiente molto più favorevole al divorzio rispetto alle precedenti crisi economiche.

L’azienda di Shulman ha visto un aumento del 40 per cento delle domande sul divorzio dall’inizio della pandemia. “Quelle pressioni economiche, con le persone che perdono il lavoro, le loro attività … questa incertezza sta aggiungendo uno stress significativo alle relazioni che sono già state tese prima di COVID, ma questo lo porta ad un nuovo livello”, ha detto.

Un’altra sfida: i divorzi online

IL sistema giudiziario anche prima della pandemia, ha avuto diversi problemi. Principalmente, spiega Shulman, la giustizia stava difficilmente al passo con i tempi e con i bisogni delle persone. Ora questa situazione è peggiorata ulteriormente.

I tribunali sono chiusi, e nonostante stiano lentamente riaprendo, questo non avviene per quelle pratiche “meno urgenti” come i divorzi. I divorzi durante l’epidemia sono aumentati, ma il sistema giuridico è rallentato, questo significa che ci saranno molte domande arretrate.

Le uniche questioni che sino state considerate urgenti nel campo dei divorzi, sono quelle che hanno riguardato la custodia dei bambini e i casi di violenza domestica.