Divorato dalle fiamme ”Il Ciasa Salares”: Hotel gioiello dell’Alta Badia

0
804
Divorato dalle fiamme

Divorato dalle fiamme l’Hotel in Val Badia, a Cassiano. Un incendio devastante ieri mattina ha avvolto la strutturaIl Ciasa Salares”. Per fortuna non ci sono feriti Le fiamme, a quanto sembra, sono partite in una cucina al primo piano dell’hotel e si sono propagate rapidamente. Sono oltre 200 i vigili del fuoco tutt’ora impegnati nelle operazione di spegnimento.

Divorato dalle fiamme distrutto uno degli hotel più belli e suggestivi di tutto l’arco alpino: ”il Ciasa Salares” a San Cassiano località Armentarola, in Alta Badia, nelle Dolomiti. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita ma i danni materiali pare siano davvero gravissimi. fiamme hanno infatti interessato gran parte della struttura e per evitare che si propagassero sono dovuti intervenire almeno 200 vigili del fuoco. E le operazioni per il completo spegnimento non sono ancora state ultimate.

Crollo in via Nova, a Valmontone: paura fra i residenti

Minacce e violenze su ex davanti alla figlia a Breno (Brescia)

Divorato dalle fiamme l’hotel danni gravissimi

Secondo quanto si legge su Südtirol News l’allarme è scattato intorno alle 10.30, lanciato dagli stessi proprietari dell’albergo, quando le squadre dei pompieri si sono recate sul luogo dell’incidente. Le operazioni di spegnimento hanno dato i primi risultati intorno all’ora di pranzo e i vigili del fuoco sono stati in grado di tenere sotto controllo l’incendio intorno alle 12.30. Parti del complesso alberghiero, che si trova sulla strada principale da San Cassiano verso il Passo Valparola, sono state gravemente danneggiate dalle fiamme. Ad esempio la zona terrazza e la sala da pranzo.

200 vigili del fuoco intervenuti

La causa dell’incendio non è attualmente chiara. I vigili del fuoco di Bolzano hanno avviato un’indagine. Secondo i primi risultati, tuttavia, l’incendio potrebbe aver avuto origine in una cucina e da lì si è propagato. Le operazioni di spegnimento vedono impegnati i corpi di Badia, La Villa, Corvara, Colfosco, La Valle, San Martino in Badia, Longiarù, Rina, San Vigilio di Marebbe, Marebbe, Antermoia e appunto San Cassiano. Sul posto sono intervenuti anche il soccorso sanitario e le forze dell’ordine.