Steve Buscemi, star hollywoodiana apprezzata in tutto il mondo, compie oggi 61 anni. L’attore statunitense è nato a New York nel 1957 ed è anche un regista, sceneggiatore, produttore e doppiatore. In carriera è stato nominato 6 volte agli Emmy Awards, senza però mai riuscire ad aggiudicarsi il premio, e 4 volte ai Golden Globes, riuscendo a portarsi a casa il prestigioso riconoscimento in un’occasione nel 2011 in qualità di “Miglior attore in una serie drammatica” per Boardwalk Empire – L’impero del crimine. Buscemi ha interpretato per lo più personaggi particolari ed eccentrici, nevrotici e paranoici, ed è diventato celebre come caratterista, grazie a ruoli da comprimario o di secondo piano; solo più in là con gli anni ha iniziato a diventare un “protagonista”.

Tra le curiosità da menzionare sull’attore, c’è senz’altro da dire che Buscemi è stato un vigile del fuoco a New York dal 1980 al 1984; e dal giorno dopo all’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001, si recò nella sua ex-caserma per prestare servizio come volontario lavorando a turni di 12 ore per una settimana a Ground Zero cercando i sopravvissuti tra le macerie. Decise di tenersi lontano dalle telecamere scegliendo di lavorare anonimamente come un qualunque altro vigile del fuoco.

Steve Buscemi e Il cinema: dagli esordi ai ruoli memorabili in film cult del cinema

La sua carriera cinematografica ha avuto inizio nel 1984 con The Way It Is, ed ottenne il suo primo ruolo da protagonista nel 1986 in Parting Glaces. Nel 1989 prende parte al film di Martin Scorsese New York Stories, e poi nel 1990 a King of New York di Abel Ferrara. Nel 1990 è la volta di Crocevia con la morte dei mitici fratelli Coen (Joel ed Ethan), coppia con la quale Buscemi lavorerà spesso, i cui film il più delle volte vedono i personaggi interpretati dall’attore venire uccisi in maniera violenta o inaspettata.

In carriera ha assunto parecchi ruoli memorabili: nel 1992 è Mr. Pink ne Le iene di Quentin Tarantino, nel 1998 è Rockhound in Armageddon – Giudizio finale di Michael Bay, nel 1997 è il serial killer pluriomicida Garland Greene in Con Air di Simon West, nel 1996 Carl Showalter nel cult dei Coen Fargo, e nel 1998 Donny in Il grande Lebowski (ancora diretto dai fratelli Coen). Inoltre nel 1994 ha fatto un cameo nel capolavoro Pulp Fiction di Quentin Tarantino.

Nel 1996 ha recitato in Fuga da los Angeles di John Carpenter (altra pellicola cult) e nel 2003 in Big Fish – Le storie di una vita incredibile di Tim Burton. Oltre a questi, che probabilmente sono stati i film più famosi in cui ha recitato, Buscemi ha preso parte davvero a tantissime altre pellicole, venendo spesso e volentieri lodato per le sue qualità recitative, che ne hanno fatto uno degli attori più stimati dello star system.

Steve Buscemi è inoltre come detto anche un regista, ed in carriera ad ora ha diretto ben quattro film: Mosche da bar (1996), Animal Factory (2000), Lonesome Jim (2005) ed Interview (2007); tra l’altro tutte pellicole in cui ha anche recitato (eccezion fatta per la terza). In più ha diretto anche 14 episodi di diverse serie televisive (divisi tra: Homicide, Life in the Street; Oz; I Soprano30 Rock e Nursie Jackie – Terapia d’urto).

Le serie tv con Steve Buscemi: I Soprano e Boardwalk Empire

Per il piccolo schermo, prima di ottenere ruoli importanti, Steve Buscemi ha recitato come guest star in molte serie televisive sin dagli anni ottanta. Poi nel 2004 è entrato a far parte del cast della bellissima I Soprano, interpretando Tony Blundetto, cugino ed amico d’infanzia del protagonista Tony Soprano (interpretato splendidamente dal magistrale e compianto James Gandolfini). Inoltre l’attore in precedenza aveva già diretto alcuni episodi dello stesso show tra cui Pine Barrens, votato dai fan come il migliore in assoluto della serie.

La definitiva consacrazione “seriale” arriva nel 2010, anno in cui ha ottenuto il ruolo da protagonista nel serial Boardwalk Empire – L’impero del crimine, prodotto da Martin Scorsese e da Mark Wahlberg. L’interpretazione del protagonista assoluto, il boss del crimine Nucky Thompson, è valsa a Buscemi il Golden Globe nel 2011. In questa serie Buscemi si è superato dando il meglio di se fornendo una prova intensa e drammatica, impossibile da non apprezzare.

Buon compleanno Steve!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here