Oggi compiono gli anni due importanti attori del panorama cinematografico e seriale, che molto gradimento hanno ottenuto e stanno ottenendo grazie al loro brillante lavoro davanti la macchina da presa: Jamie Lee Curtis e Mads Mikkelsen.

Jamie Lee Curtis

Nata a Los Angeles nel 1958 spegne oggi 60 candeline. L’attrice statunitense, figlia degli altrettanto famosi attori del passato Tony Curtis e Janet Leigh, si è resa protagonista in carriera di ruoli importati in film divenuti cult indimenticabili. Finora ha vinto due Golden Globes ed un BAFTA Award; inoltre nel 1998 le è stata assegnata la stella sulla Hollywood Walk of Fame. La Curtis è una fervente sostenitrice degli ospedali per bambini e della riabilitazione delle donne in difficoltà, tematiche che le stanno particolarmente a cuore.

L’attrice ha esordito al cinema col cult horror di John Carpenter del 1978 Halloween – La notte delle streghe, ruolo che le è valso una carriera e che l’ha resa immediatamente famosa, grazie al quale viene consacrata “regina dell’urlo” degli anni ’80 (reciterà poi anche nei sequel del 1981, del 1998 e del 2002). Sempre con John Carpenter regista gira The Fog nel 1980. Nel 1983 è tra i protagonisti principali di un altro grande cult, stavolta della commedia (natalizia), Una poltrona per due di John Landis (al fianco di Eddie Murphy e Dan Aykroyd; questo film le vale il BAFTA). Un altro classico del cinema in cui recita è Un pesce di nome Wanda diretto da Charles Crichton nel 1988. La si vede poi in Blue Steel – Bersaglio mortale (1990) di Kathryn Bigelow, in True Lies (1994) di James Cameron (con anche Arnold Schwarzenegger; si aggiudica in questo caso il Golden Globe come “Miglior attrice in un film comico o musical”) e ne Il sarto di Panama (2001) con Pierce Brosnan. Dagli anni duemila si è data per lo più alle commediole per famiglie; e nel 2014 era nel cast di Veronica Mars – Il film. Infine, a distanza di 16 anni dall’ultima volta, la Curtis torna nuovamente a vestire i panni di Laurie Strode nel reboot omonimo della celebre saga horror Halloween, stavolta diretto da David Gordon Green e da poco uscito nelle sale.

Per quanto riguarda la televisione, oltre a partecipare come guest star in diversi telefilm famosi (Colombo, Charlie’s Angels e Love Boat su tutti), tra il 1977 ed il 1978, agli albori della sua carriera, fu protagonista della serie Operazione sottoveste (23 episodi). Tra il 1989 ed il 1992 ricopre invece il suo ruolo televisivo più celebre, quello di Hanna Miller nella sit-com Anything but Love (56 episodi; grazie alla quale vince il suo primo Golden Globe come miglior attrice nel 1990, ricevendo anche un’altra candidatura nel 1992). Nel 2012 entra nel cast del celebre serial NCIS – Unità anticrimine nel ruolo della dottoressa Samantha Ryan (5 episodi). Tra il 2012 ed il 2015 recita in 5 episodi della popolare sit-com New Girl, ed infine nel biennio 2015-2016 è nel cast principale di Scream Queens (23 episodi), nei panni del decano Cathy Munsh, co-protagonista assieme ad Emma Roberts.

Mads Mikkelsen

All’anagrafe Mads Dittman Mikkelsen, nato a Copenahgen nel 1965, compie oggi 53 anni. L’attore danese, noto soprattutto per il suo ruolo da protagonista nella serie televisiva Hannibal, è considerato oggi un sex symbol.

Esordisce al cinema nel 1996 col film Pusher – L’inizio di Nicolas Winding Refn (la pellicola è il primo episodio di una trilogia criminale, nonché prima opera da regista del particolare artista danese). Sempre diretto da Refn recita in Bleeder nel 1999. Lavora molto in patria fin quando inizia ad essere notato e chiamato da Hollywood: il primo lavoro negli Stati Uniti è in King Arthur di Antoine Fuqua, film del 2004 dal ricco cast stellare. Prende parte poi a Pusher II – Sangue sulle mie mani (sempre diretto da Refn) del 2004. Il successo vero e proprio che lo consacra arriva nel 2006, anno in cui Susanne Bier (altra regista danese) lo sceglie come protagonista del suo Dopo il matrimonio, nominato all’Oscar per il miglior film straniero. Grazie a questa prova viene selezionato per interpretare il villain nel 21° film della saga di James Bond, Casino Royale, che gli dà tanta visibilità. Nel 2009 lavora nuovamente con Refn in Valhalla Rising – Regno di sangue. Nel 2012 vince il premio come miglior attore al Festival di Cannes per la sua interpretazione in Il sospetto di Thomas Vinterberg. Partecipa nel frattempo a film di alto budget quali Scontro tra titani (2010), I tre moschettieri (Paul W.S. Anderson, 2011), Charlie Countryman deve morire (2013) e The Salvation (2014). Nel 2016 è il villain del cinecomic Marvel Doctor Strange; e nello stesso anno recita in Rogue One: A Star Wars Story di Gareth Edwards. A breve lo vedremo in At Eternity’s Gate al fianco di Willem Dafoe e Oscar Isaac.

In televisione, oltre ad aver recitato in Rejseholdet, serie televisiva danese che gli ha dato molta popolarità (tra il 2000 ed il 2004), è stato soprattutto, tra il 2013 ed il 2015  il famigerato Hannibal Lecter nella serie statunitense Hannibal, in cui era co-protagonista assieme al collega ed amico Hugh Dancy, col quale aveva già recitato in King Arthur. I due sono stati particolarmente osannati per le loro interpretazioni in questo serial, tanto che ancora oggi, a tre anni di distanza, i fan si disperano per la prematura cancellazione dello show.

Per Jamie Lee e Mads un augurio di buon compleanno!

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here