Divi & serie tv: Tanti auguri a Sean Astin

0
715

Sean Astin, nato a Santa Monica, California, nel 1971, compie oggi 48 anni. Attore, doppiatore e regista statunitense, deve la sua fama fondamentalmente a due ruoli: quello del giovanissimo Mikey Walsh nel film I Goonies, e l’Hobbit Samvise “Sam” Gamgee nella trilogia de Il Signore degli Anelli. In seguito, seppur con minor successo, ha continuato a lavorare al cinema ed ultimamente anche in tv. Nel 1995 è stato candidato al Premio Oscar per il “Miglior cortometraggio” per Kangaroo Court.

Il cinema: I Goonies e Il Signore degli Anelli

Astin come attore ha esordito giovanissimo, prima in televisione e poi al cinema. Il suo primo ruolo cinematografico è stato quello di Mikey Walsh nel cult I Goonies (Richard Donner, 1985; pellicola scritta da Steven Spielberg), film ad oggi indimenticato e tra i simboli del cinema anni ’80. Per l’interpretazione si aggiudicò lo Young Artist Award 1985 come “Miglior giovane attore”. Successivamente, tra i film maggiormente degni di nota, ha lavorato a La guerra dei Roses (Danny DeVito, 1989) ed a Il coraggio della libertà (Edward Zwick, 1996). Tra il 2001 ed il 2003 arriva il suo secondo exploit sul grande schermo, poiché sono gli anni in cui recita nella trilogia de Il Signore degli Anelli: La compagnia dell’Anello (2001), Le due torri (2002) e Il ritorno del re (2003); saga epica e campione d’incassi diretta da Peter Jackson e basata sull’omonima saga letteraria di J. R. R. Tolkien. Negli anni a seguire ha partecipato alle commedie 50 volte il primo bacio (2004), Se ti investo mi sposi? (2004) e Cambia la tua vita con un click (2006). Seppur con minor successo, Astin continua a lavorare tutt’oggi al cinema recitando in pellicole di minor clamore mediatico.

Come detto è anche doppiatore e regista, ed al momento la sua produzione registica consta principalmente di episodi di serie televisive e di cortometraggi.

Le serie televisive

In carriera Astin ha lavorato spesso per il piccolo schermo, ottenendo il primo ruolo rilevante nel 2003 quando ebbe una parte nella serie fantascienza Jeremiah. Dopodiché, tra le tante comparse qua e la, apparse in 10 episodi di 24 (2006), in 9 di The Strain (2014), ed in 7 di Stranger Things (2017); tutti ruoli non primari, ma che sono comunque rimasti nel cuore dei fan che hanno iniziato ad amare Sean da quando lo videro per la prima volta bambino ne I Goonies.

Tanti auguri Sean!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here