Divi & serie tv: Tanti auguri a Michelle Williams

0
758
Michelle Williams

Michelle Ingrid Williams è nata a Kalispell, Montana, nel 1980, ed oggi spegne 39 candeline. Attrice statunitense dal grande talento, si sta rendendo protagonista di una carriera lodevole condita da diversi premi prestigiosi; tra i più importanti menzioniamo: 4 nomination al Premio Oscar (nel 2006 come “Miglior attrice non protagonista” per I segreti di Brokeback Mountain, nel 2011 come “Miglior attrice protagonista” per Blue Valentine, nel 2012 come “Miglior attrice protagonista” per Marilyn, e nel 2017 come “Miglior attrice non protagonista” per Manchester by the Sea), 4 nomination al Premio BAFTA (nel 2006 come “Miglior attrice non protagonista” per I segreti di Brokeback Mountain, nel 2006 all’Orange Rising Star Award, nel 2012 come “Miglior attrice protagonista” per Marilyn, e nel 2017 come “Miglior attrice non protagonista” per Manchester by the Sea), 5 nomination agli Screen Actors Guild Awards, una nomination all’Emmy (nel 2019 per Fosse/Verdon, premio che deve ancora essere assegnato), 1 Golden Globe vinto (nel 2012 come “Miglior attrice in un film commedia o musicale” per Marilyn; più altre 4 candidature nel 2006 come “Miglior attrice non protagonista” per I segreti di Brokeback Mountain, nel 2011 come “Miglior attrice in un film drammatico” per Blue Valentine, nel 2017 come “Miglior attrice non protagonista” per Manchester by the Sea, e nel 2018 come “Miglior attrice in un film drammatico” per Tutti i soldi del mondo), 1 Critics’ Choice Movie Awards vinto (nel 2005 come “Miglior attrice non protagonista” per I segreti di Brokeback Mountain; più altre 3 candidature nel 2010 come “Miglior attrice protagonista” per Blue Valentine, nel 2011 come “Miglior attrice protagonista” per Marilyn, e nel 2016 come “Miglior attrice non protagonista” per Manchester by the Sea), e 2 Independent Spirit Awards vinti (nel 2009 il Premio Robert Altman per Synecdoche, New York, e nel 2012 come “Miglior attrice protagonista” per Marilyn; più altre 3 candidature nel 2006 come “Miglior attrice non protagonista” per I segreti di Brokeback Mountain, nel 2007 come “Miglior attrice protagonista” per La terra dell’abbondanza, e nel 2009 come “Miglior attrice protagonista” per Wendy and Lucy). Michelle è stata la compagna del compianto ex attore Heath Ledger (conosciuto sul set di I segreti di Brokeback Mountain) dal giugno 2004 al settembre 2007, fino a poco prima della prematura morte di lui; i due hanno avuto insieme una figlia, Matilda Rose Ledger, nata nell’ottobre 2005.

La carriera cinematografica di successo

L’attrice ha debuttato come attrice sul grande schermo all’età di 14 anni ottenendo un ruolo (importante) nel film Lassie (Daniel Petrie, 1994). Una volta iniziato a farsi strada grazie alla serie televisiva che l’ha resa popolare, comincia anche ad ottenere ruoli cinematografici più rilevanti, lavorando in: Halloween – 20 anni dopo (Steve Miner, 1998), Le ragazze della Casa Bianca (Andrew Fleming, 1999), Me Without You (Sandra Goldbacher, 2001), Station Agent (Thomas McCarthy, 2003; per il quale l’intero cast riceve una nomination per lo Screen Actors Guild nel 2004), Imaginary Heroes (Dan Harris, 2004) e La terra dell’abbondanza (Wim Wenders, 2004). Nel 2005 avviene la prima svolta cinematografica per l’attrice, recita infatti in I segreti di Brokeback Mountain (di Ang Lee, al fianco di Heath Ledger, Jake Gyllenhaal ed Anne Hathaway): l’interpretazione del ruolo di Alma Del Mar le vale la nomination agli Oscar, Golden Globe, Screen Actors Guild e BAFTA Award tutti nella categoria di “Migliore attrice non protagonista”. Negli anni seguenti, ormai sempre più lanciata nell’olimpo di Hollywood, Michelle recita in: L’amore giovane (Ethan Hawke, 2006), Io non sono qui (Todd Haynes, 2007), Senza apparente motivo (Sharon Maguire, 2008), Sex List – Omicidio a tre (Marcel Langenegger, 2008), Wendy and Lucy (Kelly Reichardt, 2008), Synecdoche, New York (Charlie Kaufman, 2008), Mammoth (Lukas Moodysson, 2009), Shutter Island (Martin Scorsese, 2010), Blue Valentine (Derek Cianfrance, 2010; pellicola per la quale riceve la seconda nomination personale sia agli Oscar che ai Golden Globe), Marilyn (Simon Curtis, 2011; la sua intensa interpretazione dell’icona Marilyn Monroe le fa vincere finalmente il Golden Globe e le fa ottenere la terza candidatura all’Oscar, venendovi nominata per il secondo anno consecutivo), Take This Waltz (Sarah Polley, 2011), Il grande e potente Oz (Sam Raimi, 2013), Suite francese (Saul Dibb, 2014), Certain Women (Kelly Reichardt, 2016), Manchester by the Sea (Kenneth Lonergan, 2016; altra prova magistrale dell’attrice che si merita la quarta candidatura ad Oscar e Golden Globe), La stanza delle meraviglie (Todd Haynes, 2017), The Greatest Showman (Michael Gracey, 2017; film musical in cui mette in mostra anche le sue abilità canore), Tutti i soldi del mondo (Ridley Scott, 2017; grazie al quale ottiene la sua quinta nomination al Golden Globe), Come ti divento bella! (Abby Kohn e Marc Silverstein, 2018), Venom (Ruben Fleischer, 2018) e After the Wedding (Bart Freundlich, 2019). Michelle è al momento una delle star più richieste nel panorama cinematografico, la sua crescita è stata esponenziale e sta decisamente meritando tutto il successo che sta giustamente ottenendo.

La Williams nel 2014 ha debuttato a Broadway nel musical Cabaret insieme ad Alan Cumming e con la regia di Sam Mendes. Ad oggi è una nota e stimata attrice teatrale la quale ha anche ricevuto una candidatura ai Tony Awards per lo spettacolo teatrale Blackbird.

Il successo in televisione: Dawson’s Creek e Fosse/Verdon

In seguito ad un paio di fugaci apparizioni in serie televisive di successo come Baywatch e Una bionda per papà, per l’attrice arrivò l’occasione della vita nel 1997 quando all’età di 17 anni ottenne il ruolo di Jennifer “Jen” Lindley nell’ormai serie cult adolescenziale Dawson’s Creek, in cui interpretò uno dei personaggi protagonisti dall’inizio alla fine, dal 1998 al 2003, per un totale di 6 stagioni complessive, in cui agli occhi e ai cuori dei fan rimarrà indelebile la sua commovente interpretazione nell’ultimo episodio. Questa serie è stata un trampolino di lancio per l’attrice, capace di renderla popolare e famosa già in giovane età. Infine è stata la ballerina di Broadway Gwen Verdon, co-protagonista (assieme a Sam Rockwell, nei panni del coreografo Bob Fosse) dell’acclamata miniserie biografica televisiva in 8 puntate Fosse/Verdon, per il cui ruolo Michelle ha ottenuto una candidatura al Premio Emmy 2019, la cui cerimonia di assegnazione dei premi si terrà negli Stati Uniti la sera del 22 settembre.

Buon compleanno Michelle!

Commenti