Jessica Michelle Chastain, nata a Sacramento, California, nel 1977, compie oggi 42 anni. Attrice dal talento smisurato e richiestissima da registi e produttori, in carriera ha già ricevuto letteralmente una valanga di premi e nomination per i più disparati riconoscimenti; nell’impossibilità di menzionarli tutti, tra i più ambiti citiamo: 2 nomination al Premio Oscar (il primo nel 2012 come “Miglior attrice non protagonista” per The Help, il secondo nel 2013 come “Miglior attrice protagonista” per Zero Dark Thirty), un Golden Globe (vinto nel 2013 come “Migliore attrice in un film drammatico” per Zero Dark Thirty; più altre 4 nomination, nel 2012 per The Help, nel 2015 per 1981: Indagine a New York, nel 2017 per Miss Sloane, e nel 2018 per Molly’s Game), e 2 candidature ai premi BAFTA (nel 2012 come “Migliore attrice non protagonista” per The Help e nel 2013 come “Migliore attrice protagonista” per Zero Dark Thirty), ma davvero tanti altri sono i riconoscimenti che ha ricevuto o per i quali è stata nominata. Attivista convinta, Jessica Chastain è considerata una delle donne più influenti e rispettate dello star system.

La straordinaria carriera cinematografica

Nata come attrice teatrale, la Chastain esordisce al cinema nel 2008 quando ottenne il ruolo da protagonista in Jolene (per cui vinse il premio come “Miglior attrice” al Seattle International Film Festival). Nei due anni successivi ebbe altri due ruoli di rilievo prima in Stolen – Rapiti (2009) e poi in Il debito (2010). Fu poi la volta di Take Shelter (Jeff Nichols, 2011), The Tree of Life (Terrence Malick, 2011; pellicola che lanciò la Chastain la quale venne applaudita ovunque per la sua interpretazione) e Coriolanus (Ralph Fiennes, 2011). Sempre nello stesso anno (il 2011) escono altri tre film con lei come protagonista: Le paludi della morte, Wilde Salomé (di Al Pacino) e The Help (di Tate Taylor; per questo ruolo l’attrice ottenne la sua prima candidatura all’Oscar come “Miglior attrice non protagonista”). Nel 2012 prende parte prima a Lawless (di John Hillcoat) e poi al fenomeno Zero Dark Thirty (di Kathryn Bigelow), per il quale la Chastain, osannata dalla critica, ottenne la sua seconda candidatura agli Oscar (oltre che a vincere il suo primo Golden Globe). Nel 2013 recitò in La madre (di Andrés Muschietti) e ne La scomparsa di Eleanor Rigby (di Ned Benson). Nel 2014 altro trittico di film decisamente importanti: Miss Julie (di Liv Ullmann), Interstellar (di Christopher Nolan, in cui l’attrice molto ben impressionò) e 1981: Indagine a New York (di J. C. Chandor, altra pellicola in cui piovvero consensi per la sempre più affermata attrice). Nel 2015 lavora in altri due successi cinematografici: Crimson Peak (di Guillermo del Toro) e Sopravvissuto – The Martian (di Ridley Scott). Il 2016 la vede protagonista prima de Il cacciatore e la regina di ghiaccio (di Cedric Nicolas-Troyan) e poi di Miss Sloane – Giochi di potere (di John Madden). Nel 2017 altri trittico di filmoni: La signora dello zoo di Varsavia (di Niki Caro), Woman Walks Ahead (di Susanna White) e Molly’s Game (di Aaron Sorkin, ennesimo successo di critiche per la Chastain). Infine quest’anno la vedremo tra i protagonisti di X-Men – Dark Phoenix, nei panni della villain, pellicola che uscirà nelle sale il 7 giugno.

Il piccolo schermo

Prima ancora che al cinema, Jessica Chastain ha esordito in televisione, recitando nel film TV Dark Shadows (P. J. Hogan, 2005). Ha preso parte poi col tempo a diverse serie in qualità di guest star di singoli episodi (tra cui E.R. – Medici in prima linea, Veronica Mars, Close to Home – Giustizia ad ogni costo, The Evidence, Journeyman e Poirot) e ha recitato in 4 puntate di Law & Order – Il verdetto.

Buon compleanno Jessica!

Condividi e seguici nei social
error