Cade oggi il compleanno di due importanti attori britannici, il nordirlandese Ciaràn Hinds e l’inglese Tom Hiddleston, comprimario e caratterista il primo, protagonista e star assoluta il secondo.

Ciaràn Hinds

Nato a Belfast nel 1953, compie oggi 66 anni. Attore anche teatrale, ha lavorato tanto al cinema quanto in televisione in ruoli prevalentemente secondari, da comprimario.

Dopo tanto teatro, debutta al cinema nel 1981 recitando in Excalibur, solo una parentesi, dato che sul grande schermo inizia a recitare continuativamente solo a partire dal 1989, quando lavora a Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante. Dopo film minori ed indipendenti, inizia a lavorare per Hollywood, prendendo parte a produzioni quali: Al vertice della tensione (2002), Era mio padre (Sam Mendes, 2002) e Tomb Raider – La culla della vita (2003). Dal 2004 prende parte ad altri film di un certo spessore: Il fantasma dell’Opera (Joel Schumacher), Munich (Steven Spielberg, 2005) e Miami Vice (Michael Mann, 2005). Nel 2007 lo troviamo ne Il petroliere di Paul Thomas Anderson, nel 2008 in In Bruges – La coscienza dell’assassino, nel 2011 in Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2 (in cui interpreta il fratello di Albus Silente) di David Yates e nel 2012 in Ghost Rider – Spirito di vendetta (nella parte di Mefisto). Nel 2015 recita in Hitman: Agent 47, nel 2016 in Silence di Martin Scorsese, nel 2017 in Justice League (nel ruolo di Steppenwolf grazie alla performance capture) di Zack Snyder, nel 2018 in Red Sparrow di Francis Lawrence ed in First Man – Il primo uomo di Damien Chazelle.

Hinds ha lavorato anche parecchio per il piccolo schermo, dove ha preso parte a diversi film tv, miniserie e serie televisive. Tra i ruoli più importanti si ricordano quelli di Giulio Cesare in Roma della HBO, Bud Hammond in Political Animals, Mance Rayder nella terza stagione dell’acclamatissimo Il Trono di Spade, ed in ultimo John Franklin nell’apprezzato The Terror.

Tom Hiddleston

Nato a Londra nel 1981, spegne oggi 38 candeline. Attore lanciatissimo nello star system, è attualmente uno dei più apprezzati e richiesti. Ad ora in carriera si è aggiudicato già diversi premi, anche teatrali, e, grazie alla miniserie televisiva The Night Manager, si è portato a casa un Golden Globe come “Miglior attore in una miniserie” oltre ad aver ricevuto la nomination all’Emmy come “Miglior attore”.

Dopo tanta gavetta in teatro condita da un ottimo successo (teatro i cui palchi continua a calcare tuttora), Hiddleston nel 2007 ottiene il suo primo ruolo cinematografico in Unrelated. Dopo un altro ruolo da protagonista, in Archipelago, arriva subito la svolta, il film che gli regala fama e notorietà internazionale: è il perfido villain fratellastro del Dio del Tuono Loki in Thor del 2011 di Kenneth Branagh. Da questo ruolo in poi la sua carriera cinematografica decolla definitivamente, rendendo l’attore uno dei più ricercati da major e registi. Sempre nel 2011 lo troviamo prima in Midnight in Paris del maestro Woody Allen e poi in War Horse di Steven Spielberg (oltre che in Il profondo mare azzurro). Nel 2012 riprende il ruolo del villain per eccellenza Loki nel cinecomic di assoluto successo The Avengers di Joss Whedon e poi nel 2013 anche nel sequel di Thor, Thor: The Dark World di Alan Taylor. Negli anni seguenti recita da protagonista in: Solo gli amanti sopravvivono (2013), Crimson Peak (Guillermo del Toro, 2015), High-Rise – La rivolta (2016), I Saw the Light (2016) e nel reboot Kong: Skull Island (2017). Sempre nel 2017 è nuovamente Loki in Thor: Ragnarok e poi anche in Avengers: Infinity War del 2018 dei fratelli Russo; inoltre lo sarà ancora nell’attesissimo quarto film della saga, Avengers: Endgame (sempre con la regia dei Russo), in uscita nelle sale nel corso del 2019.

Per quanto riguarda la televisione, Hiddleston ci ha lavorato molto in avvio di carriera, presenziando soprattutto in parecchie miniserie (tra cui The Hollow Crown) e film tv britannici (è apparso anche in 6 episodi di Il commissario Wallander con Kenneth Branagh), che hanno contribuito a lanciarlo come attore. Nel 2016 è il co-protagonista (al fianco di Hugh “Dr. House” Laurie) della co-produzione britannica-statunitense The Night Manager, grazie alla quale nel 2017 vince il Golden Globe e viene nominato all’Emmy.

Buon compleanno Ciaràn e Tom!

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here