Bryan Lee Cranston, nato a Los Angeles nel 1956, compie oggi 63 anni. Artista statunitense a tuttotondo, in quanto attore, doppiatore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico e televisivo, deve il grosso della sua popolarità alle serie televisive che, seppur lo hanno visto interpretare ruoli molto diversi tra loro, gli hanno conferito una fama ai limiti dell’iconico. In carriera ad ora ha ottenuto una valanga di riconoscimenti e nomination per i premi più importanti: una candidatura all’Oscar (nel 2016 come “Miglior attore protagonista” per L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo), un Golden Globe (nel 2014 come “Miglior attore in una serie drammatica” per Breaking Bad; più altre 5 candidature), 4 Emmy Award (nel 2008-2009-2010-2014 come “Migliore attore in una serie TV drammatica” per Breaking Bad; più altre 5 candidature), 2 Critics’ Choice Television Award (nel 2012 e nel 2103 come “Miglior attore in una serie TV drammatica” per Breaking Bad), 3 Satellite Award (nel 2008-2009-2010 come “Miglior attore in una serie drammatica” per Breaking Bad), 2 Saturn Award (nel 2012 e nel 2013 come “Miglior attore in una serie televisiva” per Breaking Bad), 7 Screen Actors Guild Awards, un Tony Award ed un Laurence Olivier Award (questi ultimi due in ambito teatrale). Nel 2013 ha ricevuto la sua stella sulla famosa Hollywood Walk of Fame

La carriera cinematografica

Sul grande schermo Cranston ha per lo più ricoperto ruoli secondari o da comprimario, rivelandosi un’ottima spalla e caratterista. Ha debuttato al cinema nel 1987 recitando in Donne amazzoni sulla Luna di Joe Dante. Nel 1996 partecipa a Music Graffiti di Tom Hanks e nel 1998, stavolta al fianco dell’attore appena citato, ha un ruolo marginale nel capolavoro di Steven Spielberg Salvate il soldato Ryan. Nel 2006 lo troviamo in Little Miss Sunshine, mentre nel 2011 lavora a parecchi film, tutti di discreto successo: The Lincoln Lawyer, Contagion (di Steven Soderbergh), Drive (di Nicolas Winding Refn) e L’amore all’improvviso – Larry Crowne (di Tom Hanks). Nel 2012 prende parte al remake Total Recall – Atto di forza, ad Argo (di Ben Affleck), a John Carter e a Rock of Ages. Nel 2014 ha un ruolo secondario in Godzilla di Gareth Edwards; nel 2015 recita magistralmente in L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo di Jay Roach, ruolo grazie al quale viene nominato all’Oscar come “Miglior attore”; e nel 2016 lavora nella commedia Proprio lui?. Nel 2017 ha recitato in: Power Rangers, Last Flag Flying (di Richard Linklater) ed in The Upside.

In qualità di regista Cranston ha diretto Last Chance nel 1999 e poi diversi episodi di differenti serie televisive, ovviamente a prevalere sono le puntate di Malcolm (7) e Breaking Bad (3), le due serie che gli hanno regalato maggior popolarità.

Le serie tv: Malcolm e Breaking Bad

Cranston durante la sua lunga carriera ha lavorato tantissimo in televisione, ottenendovi tra l’altro il successo più grande, che lo rende tutt’oggi amatissimo dai fan per i suoi ruoli resi giustamente iconici. Le sue apparizioni come guest star non si contano visto che sono tantissime. A parte qualche ruolo marginale ottenuto durante gli anni, ha finalmente la parte di co-protagonista nella sit-com Malcolm (2000-2006), nella quale interpreta Hal Wilkerson, il buffo e smidollato padre del protagonista, ruolo che gli regala la prima vera ondata di popolarità (e che gli frutta una nomination ai Golden Globes nel 2003 e tre agli Emmy nel 2002, 2003 e 2006). La definitiva consacrazione la conquista tra il 2008 ed il 2013, anni in cui recita da protagonista nell’ormai già cult Breaking Bad, in cui interpreta Walter White (conosciuto anche come Heisenberg), personaggio diventato un’icona ed ancora oggi ricordato dai tantissimi fan con amore immarcescibile. La pluripremiata serie è valsa all’attore 4 premi Emmy ed un Golden Globe. Voci di corridoio dicono che Cranston sarà presente anche nel cast dell’attesissimo film sequel su Breaking Bad che è attualmente in lavorazione e che uscirà in un prossimo futuro al cinema; l’attesa per questo evento è già alle stelle. Infine dal 2015 è stato anche produttore ed attore della serie Sneaky Pete degli Amazon Studios.

Buon compleanno Bryan!

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here