Diverbio Lega-Fratelli d’Italia: Volpi si appella al precedente Massimo D’Alema

0
253
Presidenza del Copasir

Sebbene Giorgia Meloni non lo consideri un vero e proprio scontro, i diverbi sembrano non finire tra Lega e Fratelli D’Italia. Il tutto legato alla presidenza del Copasir: tra Volpi che si appella al precedente Massimo D’Alema e Urso che pretende rivalsa sulla poltrona.

Il nocciolo della questione è la presidenza del Copasir?

E mentre l’istituzione di un nuovo governo è avanzata da tempo, sono nati dibattiti che riguardano Lega e Fratelli D’Italia sul ruolo della presidenza del Copasir. Pare infatti che Raffaele Volpi si sia affidato al precedente di Massimo D’Alema che rimase presidente nonostante subentrò il Governo Monti. Dall’altra parte, invece, Adolfo Urso di Fratelli D’Italia, mira a quella poltrona che adesso detengono i verdi. Secondo quando stabilito dalle parole di Fico e Castellati, tale “scissione” potrebbe essere sanata solamente tramite accordo politico. Per Giorgi meloni la questione è focalizzata sulla riunione del Copasir, asserendo che non si tratti di una problematica legata ai due partiti. Ma la cosa sembra non essere come sostiene la Meloni e il diverbio sembra essere molto legato a tali questioni. Da una parte Lega che è pronta a mettere in discussione la presidenza se, tutti si mettono in discussione, dall’altra Fratelli D’Italia che spinge per la poltrona ad Urso.


Scontro Lega-FdI: Meloni rivendica la presidenza al Copasir


Gli assenteisti della riunione

Il senatore di Forza Italia Elio Vito non si presenta alla riunione poiché non vuole essere asserito come una presenza che miri a violare la legge, tale legato alle dimissioni che si pretendono da Volpi. Ma quest’ultimo si aggrappa al precedente D’Alema, come abbiamo spiegato e legittima la propria presenza. Tuttalpiù il presidente leghista lancia una nuova proposta: la remissione di mandato dei componenti Copasir alla Camera. In poche parole se la barca affonda, lui non vuole essere l’unico ad affogare. Una richiesta che andrebbe ad azzerare tutto, rinnovando il comitato.

Commenti