Disturbo Narcisistico di Personalità: il male dei deboli

0
633
Disturbo Narcisistico di Personalità

Definizione: “il disturbo narcisistico di personalità è un disturbo della personalità che si caratterizza per idee di grandiosità. Si caratterizza per il costante bisogno di ammirazione e mancanza di empatia. L’atteggiamento dominante del narcisista è di difesa da potenziali ferite al proprio valore alle quali reagisce con senso di superiorità, arroganza e disprezzo. Non prendendosi quasi mai la responsabilità delle proprie azioni (sottotipo overt) o sentendosi inferiore, vulnerabile alle critiche e spaventato dal confronto (sottotipo covert). Spesso le due facce coesistono, ma molti narcisisti possono mostrare più spiccatamente una delle due dimensioni“.

Questa è la descrizione del disturbo narcisistico di personalità: approfittatori volontari o malati?


Le persone narcisistiche possono essere eccitate da una situazione competitiva. La credenza “devo essere migliore degli altri” è attivata dall’urgenza di dimostrare la loro superiorità. Il soggetto narcisista sente la spinta ad accrescere il proprio status. Le persone con disturbo narcisistico di solito si rivolgono al terapeuta perché hanno ricevuto degli ultimatum sociali. La loro mania di grandezza e potere li porta ad avere fallimenti sociali ripetuti. Meno frequentemente, si rivolgono al terapeuta per mostrare se stessi, cercando attenzione e ammirazione e mancando sostanzialmente di voglia di cambiare.

Impulsività e instabilità

Le stime sul disturbo narcisistico di personalità nella popolazione nazionale sono dell’1% e interessa principalmente soggetti di sesso maschile. La fame di potere caratterizza il senso di oppressione che tentano di esercitare verso persone che spesso sono più forti. Questo atteggiamento è un nascondiglio perfetto per la loro inadeguatezza.


Sintomi del disturbo narcisistico di personalità


Per capire se una persona soffre di disturbo narcisistico di personalità devono essere riscontrabili cinque o più dei seguenti sintomi:

  • Grandiose di sé riassunte nella convinzione di meritare un trattamento speciale, di avere particolari poteri, talenti unici o di essere brillanti o attraenti, di dover frequentare persone altrettanto speciali o di status elevato.
  • Fantasie di successo illimitato, potere, fascino, bellezza o amore ideale
  • Ritenere di non essere sufficientemente apprezzati e riconosciuti nel valore.
  • Senso di vuoto e apatia nonostante eventuali successi.
  • Richiesta eccessiva di ammirazione per le loro qualità speciali.
  • Tendenza allo sfruttamento degli altri.
  • Mancanza di empatia e quindi incapacità a riconoscere e identificarsi con i sentimenti e i bisogni degli altri.
  • Sentimenti di disprezzo, vergona o invidia e atteggiamenti arroganti e presuntuosi.

Quali sono le cause del Disturbo Narcisistico di Personalità?

Il disturbo narcisistico di personalità potrebbe essere causato da molteplici condizioni. La maggior parte delle ricerche sostengono l’idea che a causare tale sintomatologia concorrano fattori ereditari e ambientali. Per quanto riguarda i fattori ambientali, alcuni autori sottolineano il ruolo chiave, nello sviluppo del disturbo narcisistico di personalità, di genitori che credono nella superiorità del futuro narcisista, che premierebbero solo le qualità in grado di sostenere l’immagine grandiosa di sé e che garantiscono il successo.

Una visione diversa

Altri autori, invece, ritengono che alla base del disturbo narcisistico di personalità vi sia un ambiente familiare incapace di fornire al bambino le necessarie attenzioni e cure, di riconoscere adeguatamente, nominare e regolare le sue emozioni, nonché di sostenere la sua autostima o i suoi desideri. Questo tipo di contesto disfunzionale tenderebbe a sviluppare l’idea di poter vivere facendo a meno dell’altro e di poter contare unicamente su se stessi. Un’altra ipotesi è che un ambiente eccessivamente iperprotettivo danneggia la fiducia del bambino in sé o che un ambiente oltremodo permissivo e indulgente comunica al bambino un senso di superiorità. Un’ultima ipotesi è che il bambino vittima di offese e umiliazioni, soprattutto da parte dei coetanei, potrebbe risolverebbe la continua minaccia all’autostima sviluppando un senso di sé grandioso.


Narcisismo social e bisogno di far parlare di sé



Una realtà forte nella nostra società che tende ad aumentare tanto più aumentano i fallimenti. Attenzione a chi ha troppi io nel vocabolario.


Commenti