Diseredare un parente, vi siete mai chiesti se è possibile in Italia?

0
200

La decisione di diseredare un parente è di certo dura da prendere. Tuttavia, se si è alla ricerca di una risposta in merito alla fattibilità di un’azione di questo tipo in Italia è utile capire cosa ci dice la giurisprudenza in materia. 

Per avere le idee chiare è necessario entrare nel più vasto campo della successione testamentaria e, a tal propostito, la guida di Affari Miei sull’argomento ci aiuta ad approfondire e a prendere coscienza di alcuni concetti chiave. 

Il tema della diseredazione è complesso e multisfaccettato. Tutto parte da una clausola da inserire nel proprio testamento con la quale si va a disporre che, in seguito alla propria morte, i beni non vadano assegnati a una o più persone che devono essere identificate con precisione.

In merito si è discusso molto negli ultimi anni. Attualmente, così come stabilito da una sentenza della Cassazione Civile del 2012, è possibile dire «è valida la clausola del testamento con la quale il testatore manifesti la propria volontà di escludere dalla propria successione alcuni dei successibili».

Questa clausola è di natura personale e, quindi, a essere esclusa non è l’intera stirpe ma solo il diseredato. Se, invece, si vogliono diseredare anche i discendenti della persona designata si deve andare a inserire nel testamento una specifica menzione a questa volontà che altrimenti non verrà riconosciuta post mortem. 

Attenzione, però, a un particolare che non deve in alcun modo passare inosservato.

Se in un testamento vi è una clausola di diseredazione quest’ultima non è da considerarsi se interessa uno degli eredi legittimari ossia figli, coniuge o genitori. Il testamento rimane valido ma, in questo caso, decade la validità della clausola. Questo perché, per la giurisprudenza italiana, non si possono diseredare i legittimari. A questi ultimi spetta per legge una quota di eredità e questo loro diritto non può in alcun modo essere inficiato da alcuna clausola, anche quando questa va a indicare la volontà del de cuius. 

Come detto l’argomento successione testamentaria è sempre molto complesso da affrontare e deve essere conosciuto a puntino prima di fare testamento o per far valere i propri diritti. Ultimamente si parla spesso di successione, eredità e parenti diseredati soprattutto negli Stati Uniti. Alcun notizie in merito a questo argomento stanno infatti facendo il giro del mondo. Un esempio su tutti? Quello della figlia di Steve Jobs. La madre della giovane Eve ha deciso e fatto sapere al mondo che non darà alla figlia nessuna quota dell’eredità del compianto marito, che si aggira attorno ai 35 miliardi di dollari. 

Da quanto detto, in Italia questo non sarebbe possibile poiché sono fatti salvi alcuni limiti che non permettono di diseredare i figli e gli altri legittimari neppure con espressa clausola testamentaria.