Diffusione del decreto anticipata: chi ha creato il caos?

0
458
diffusione del decreto anticipata

Inaccettabile la confusione provocata dalla diffusione anticipata della bozza“. Queste le parole di Conte durante la conferenza stampa di questa notte, durante la quale il Presidente del Consiglio ha dato conto di quanto contenuto nel nuovo decreto .

Il decreto attualmente è stato ufficializzato, ma in tanti si chiedono cosa sia successo e chi abbia provocato la diffusione del decreto anticipata?

Cosa dice il Dpcm

Il decreto approvato impone fine al 3 aprile delle restrizioni che riguardano le persone che si muovono nei territori “zone rosse” per motivi di lavoro e non. L’ingresso e l’uscita da questi territori sono consentiti solo per motivi gravi e «comprovati», di lavoro o di famiglia. Scuole, palestre, musei e luoghi di possibile diffusione del virus, saranno chiusi. I bar e ristoranti potranno rimanere aperti solo fino alle ore 18.

Governo: le nuove misure di contenimento dell’emergenza

«Sent to CNN by the press office of the Lombardy regional authority»

CNN, anticipazione bozza dpcm

La CNN, sostiene che la regione Lombardia, abbia inviato la bozza non ancora pubblicata del decreto alla testata. Se fosse vero la diffusione del decreto anticipata sarebbe stata causata dalla stessa regione Lombardia.

Il decreto è stato pubblicato dalla CNN poco dopo la mezzanotte, intorno all’1.30. Nell’articolo CNN, si legge che le disposizione del decreto confermano alcune indiscrezioni già presenti in Italia. Intorno alle 5 di questa mattina, 8 marzo, viene pubblicata la nota definitiva dei provvedimenti del presidente Conte. Nello spiegare tutto ciò viene riportato anche il testo della bozza del decreto circolata in Italia qualche ora prima.

Commenti