Difendersi dal catcalling: come si fa?

Come ci si difende dal catcalling?

0
1040

Quello del catcalling, è un fenomeno purtroppo ancora molto presente ai giorni nostri. Uscire di casa da sola soprattutto la sera o la notte, non è mai un’esperienza tranquilla per una donna. Sebbene le battaglie contro la violenza facciano sempre più rumore, spesso rimangono degli attimi di silenzio nel buio. Bisogna imparare a fare luce su quest’ultimi, in modo che siano più visibili. Quello di proteggersi dalla violenza è un percorso sempre in evoluzione. Per cominciarlo, un primo passo è imparare a riconoscere i volti delle molestie. Successivamente, è essenziale comprendere come combatterli. Oggi apprenderemo come difendersi dal catcalling.

Come si fa a difendersi dal catcalling?

E’ vero, le violenze vanno combattute alla radice. Non è di certo giusto rinunciare alla propria libertà a causa di chi vuole farci del male. Tante volte si spingono le ragazze a non uscire di casa la sera da sole, perché potrebbe essere pericoloso. Ciò che viene da pensare è che sarebbe invece giusto a insegnare ai propri figli a non agire in maniera violenta, in modo da non alimentare il fenomeno. E’ inoltre fondamentale agire in maniera adeguata sui carnefici, più che sulle vittime.

Ciò nonostante, dobbiamo affrontare la realtà per ciò che è. Questo non significa rinunciare al cambiamento. Anzi. Difendersi dal catcalling vuol dire prendere parte alla battaglia, preservando in primis la nostra persona, oltre che a rappresentare quella di tutte le donne. Ecco quindi alcuni consigli da tenere a mente.

Mostrati sicura di te

Il fatto che un estraneo ci perseguiti per strada, fa si che la nostra mente sia colpita da una serie di emozioni negative. Tra queste: ansia, paura, sconforto. Giusto per citarne alcune. Malgrado il nostro stato bene, è però d’aiuto dimostrarsi decise e sicure di se stesse. In questo modo, il catcaller, ti vedrà come un soggetto non così tanto vulnerabile, e mollerà più facilmente la presa.

Difendersi dal catcalling

Non isolarti

Potrà sembrare banale, ma l’unione fa la forza. Cerca di non uscire da sola, soprattutto a certe ore del giorno o della notte. Se ciò ti è impossibile, tenta comunque di evitare i luoghi isolati. In questo modo, sarà più semplice chiedere aiuto in caso di bisogno.

Tutti possono aiutare

Questo punto si collega direttamente al precedente. Ricorda che anche i passanti per strada possono venirvi in soccorso, non solamente le persone di cui ti fidi incondizionatamente. Se ti trovi in una situazione di pericolo, non esitare a chiedere aiuto a chi ti è fisicamente vicino. In caso ci sia bisogno, recati in un bar o in un altro luogo pubblico, e affidati al personale. Magari domanda gentilmente di chiamarti un taxi per continuare il tuo percorso. Molto probabilmente, le persone capiranno la situazione che stai vivendo e ti daranno man forte per affrontarla.

Valuta la situazione

La calma è la chiave di tutto. Prima di passare all’azione, cerca di valutare la situazione. Rimani lucida e prova a capire se il soggetto che ti perseguita è particolarmente pericoloso, e fino a che punto lo è. Meglio in ogni caso non alzare la voce o le mani, se non attaccate. Agendo al contrario, si rischia di provocare una qualche reazione esagerata da parte del catcaller.

difendersi dal catcalling cuore

112- Where ARE U

Si tratta di un’applicazione disponibile sia per Android che per IPhones. La puoi scaricare qui. Il 112 è ormai diventato il numero unico per l’emergenze quasi in tutta Italia. In particolare, Where ARE YOU è molto utile in caso di catcalling o altre tipologie di violenze, poiché consente di attuare una chiamata muta, semplicemente premendo un tasto. La geolocalizzazione è automatica. I soccorsi ascolteranno ciò che stai vivendo e ti raggiungeranno il prima possibile.

Non cedete alla paura

Il pericolo del catcalling non deve limitare la vostra libertà. L’ideale è trovare un equilibrio tra sentirsi sicure e libere. Di certo, tenere a mente i consigli sopracitati e magari farsi trovare il più possibile preparate, aiuta. Ricordiamoci che difendersi dal catcalling è possibile, ed è solo agendo che possiamo combatterlo. E l’unico modo per sconfiggere la violenza, è lottare.