Dian Fossey con i gorilla nelle foreste del Ruanda

0
1023

Dian Fossey è una zoologa americana del 1900. Di fatto la studiosa trascorre gran parte della sua vita, alle riflessioni ed elaborazioni di ricerche sui gorilla. Durante l’attività zoologica, l’osservazione degli animali avviene nel territorio del Ruanda, tra le montagne del Volcanoes National Park. Dalle foreste del parco nazionale, il paleontologo Louis Leakey sostiene e guida il lavoro della studiosa americana. A fronte di ciò, la storia di Fossey ricorda l’esperienza simile di Jane Goodall, nello studio delle scimmie.

Dian Fossey chi è?

Dian Fossey nasce a San Francisco il 16 gennaio 1932 e decede in Ruanda il 26 dicembre 1985. Dalle origini della California, Dian cresce con la famiglia negli Stati Uniti, con la madre Kitty Fossey ed il padre George. Intorno agli anni Quaranta, i disagi economici del padre causano la rottura del matrimonio e Dian vive la separazione dei genitori. A fronte di ciò, la figlia con l’affidamento segue la madre, che negli anni seguenti sposa Richard Price, un uomo benestante e costruttore edile.

Nel 1968, il padre naturale si toglie la vita e Dian vive con difficoltà i rapporti con il marito della madre. Inoltre, Dian studia a San Francisco, dove ottiene il diploma e frequenta l’Università della California, con la facoltà di veterinaria. In seguito, la formazione scolastica prosegue anche nel San Jose State College, per approfondire le materie di chimica e fisica.

Nel 1954, Fossey consegue la laurea e dopo altre specializzazioni decide il trasferimento nel Kentucky. A ragion per cui, consegue per Fossey l’impiego di direzione, del dipartimento di terapia occupazionale nel centro ospedaliero di Louisville. Oltre al lavoro, la zoologa diventa cattolica.

Dian Fossey: il Parco Nazionale dei Vulcani

La superfice territoriale del Parco nazionale del Ruanda, raggiunge un’estensione di centotrenta chilometri quadrati. Nella parte nord – occidentale, il territorio montano confina con la Repubblica Democratica del Congo ed il Parco dell’Uganda. Dal punto di vista scientifico, il Parco dei Vulcani è un simbolo di riferimento ambientale e turistico. Mentre, gli abitanti del parco sono i gorilla di montagna, ovvero tutte le tipologie al mondo. All’interno del Parco Nazionale, la ricercatrice statunitense Fossey esegue numerosi studi scientifici. Sul territorio montuoso del Ruanda c’è la presenza di otto vulcani, che rendono l’ambiente più suggestivo.

Tra i confini dell’area, ci sono cinque vulcani dei Monti Virunga, di cui: Karisimbi, Bisoke, Muhabura, Gahinga, Sabyinyo. Per quanto concerne l’habitat del parco, la vegetazione prevale come foresta dall’intensa piovosità. Mentre, la maggior parte di specie viventi sia animali che vegetali comprende piante, insetti e bambù. Dai gorilla maschi adulti, l’altezza è circa 1,60 – 1,80 cm con un peso dai 140 – 180 kg. Mentre, le femmine adulte hanno l’altezza di 140 cm ed il peso tra 70 – 100 kg. Di fatto, l’alimentazione dei gorilla è in gran parte erbivora, tra frutta, foglie, corteccia e bacche.

La morte

La zoologa americana esegue una vita di ricerca scientifica sui gorilla, simile agli studi della studiosa Jane Goodall, sugli scimpanzè. Nel Ruanda, Il 26 dicembre del 1985, la zoologa decede per assassinio dei bracconieri, per cause ancora sconosciute.