Di pietra di legno, ad Alagna l’esposizione sulle genti walser

L'associazione Presmell organizza una due giorni sulla sacralità e il simbolismo della cultura walser

0
206

La tradizione walser è in primo piano alla mostra Di pietra di legno ad Alagna Valsesia. Il 22 e 23 agosto l’associazione Presmell organizza nel centro storico un’esposizione che descrive il modo di vivere e di pensare della minoranza linguistica. Le fotografie di Carlo Pozzoni che hanno per soggetto gli elementi tradizionali walser sono il filtro di quanto tramandato dalle genti di montagna. Statue e sculture sono invece degli artisti Ireneo Passera e Fabio Nicola.

Roberta Locca del sodalizio Presmell spiega cosa rappresenta l’esposizione alagnese. «Legno e pietra sono i materiali più diffusi nei villaggi walser e molti artigiani locali li lavoravano. I maestri presmellesi acquisirono così una certa notorietà per il loro talento in Germania e in Svizzera». La mostra riguarda anche la sacralità walser e il rapporto col divino e il mondo.

Di pietra di legno, i Walser di Alagna raccontati attraverso la scultura e la simbologia

«Ispirati da quello che è un mood della tradizione alagnese, cioè i materiali disponibili in questa zona – prosegue Locca – abbiamo ragionato su cosa scolpivano i Walser. Oltre all’architettura, abbiamo trovato nel simbolismo sacro un elemento importante della cultura della minoranza». Le rappresentazioni delle casate e i segni visibili ad Alagna sono la testimonianza dei valori condivisi dalla comunità. I dettagli fotografici aiutano a immortalare i fondamenti della cultura e dell’espressione intellettuale e umana di quest’etnia.

L’associazione Presmell ha proposto altri appuntamenti nelle scorse settimane, come la giornata sull’utilizzo della canapa e della lana. Un’inziativa per promuovere la filiera di questi prodotti che in passato erano alla base dell’economia valsesiana. Il sodalizio ha pubblicato pure un libro che descrive le tecniche dei maestri di Pietre gemelle. «Vogliamo riportare a galla il passato – conclude Locca -, ma presentarlo in chiave moderna per interessare e coinvolgere più persone. In futuro abbiamo intenzione di creare una scuola di lavorazione del legno e della pietra».

Commenti