Di Maio a Dubai per inaugurare l’Italia all’Expo

Il Ministro degli Esteri afferma che a Dubai sono attive 12 mila start-up italiane

0
520
Di Maio a Dubai

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è volato a Dubai per inaugurare l’Italia all’Expo. Il tema scelto dall’Italia per l’Expo è “La Bellezza unisce le Persone”. Di Maio ha affermato che a Dubai sono presenti quasi 12 mila start-up italiane.

Perché Di Maio è andato a Dubai?

A causa della pandemia di coronavirus l’Expo Dubai 2020 è stato posticipato di un anno. L’Esposizione Universale si svolgerà dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022. Si tratta della prima volta che l’Esposizione si terrà in un paese arabo. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è volato a Dubai per inaugurare il padiglione dell’Italia. Di Maio, intervenendo alla Dubai Future Foundation, nel corso della sua visita negli Emirati Arabi Uniti, ha affermato: “Domani inaugurerò il padiglione italiano a Expo Dubai, una testimonianza visibile della nostra attenzione alle tecnologie più avanzate, ma anche alla valorizzazione del nostro patrimonio di arte, storia e cultura”. Ha quindi sottolineato che il tema scelto dall’Italia per l’Expo è “La Bellezza unisce le Persone”.

Il Ministro ha poi dichiarato: “La Bellezza può essere veicolo di conoscenza e impostante strumento di connessione, innovazione e sostenibilità. Invito quindi a guardare al futuro con la consapevolezza del nostro passato e dei nostri valori. Il governo italiano è al vostro fianco in questo percorso”.

Di Maio: “Grande collaborazione tra Italia e EAU”

Nel corso della sua visita negli Emirati, Di Maio ha evidenziato l’efficacia del Global Start-up Program lanciato dall’Ice. Il Ministro ha affermato che è un elemento importante della collaborazione tra Italia ed Emirati Arabi Uniti. Ha detto: “Sono convinto che l’attenzione all’innovazione, abbinata all’intuito imprenditoriale, sia una strategia vincente. L’ultimo rapporto di Ice sulle start up innovative italiane presenta numeri molto promettenti in tal senso. E vedo con grande soddisfazione che una componente importante di startupper qui è italiana. Se ne contano quasi 12 mila, con un capitale sociale complessivo che supera i 700 milioni di euro. Abbiamo start-up attive in molti e diversi settori: servizi alle imprese, manifatturiero, commercio”. Di Maio ha poi sottolineato anche “l’importante presenza femminile e di giovani nella loro compagnie sociali”.


Leggi anche: Expo 2020 Dubai: il padiglione Italia si illumina d’emozione