Deulofeu risponde a Conti: la Dea torna in Europa, il Milan ci crede ancora

0
293

All’Atleti Azzurri d’Italia la partita tra Atalanta e Milan finisce 1-1, risultato che favorisce i bergamaschi, i quali riescono a raggiungere dopo una stagione perfetta la tanto attesa qualificazione per l’Europa del prossimo anno. Lo stesso risultato lo vorrebbero ottenere anche gli uomini di Montella che con questo punto allungano di una sola lunghezza sulla Fiorentina, che con la vittoria contro la Lazio è riuscita ancora di più ad aprire la corsa per il sesto posto e a rendere incerto l’ottenimento dell’ultimo posto disponibile per l’Europa.

Nel capitolo formazioni, Montella fa scendere in campo Gustavo Gomez in difesa a proteggere la porta di Donnarumma, a centrocampo torna dal primo minuto capitan Montolivo, dopo il lungo stop che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco per molto tempo, e in attacco ancora spazio e fiducia a Lapadula, favorito a Bacca. Gasperini invece si affida ad un 3-5-2 con in mezzo al campo l’ex di turno Cristante al posto di Kurtic.

https://www.youtube.com/watch?v=3V8_JhUh3oo

PRIMO TEMPO – L’Atalanta sfoggia il suo carattere giovanile e mette in gioco il suo miglior calcio contro i rossoneri, sopratutto nei primi 20 minuti, concedendo poco spazio alle ripartenze milaniste.

Alla mezz’ora di gara, senza ancora nessuna occasione da gol per entrambe le squadre, Kucka, forse l’uomo peggiore della partita per i rossoneri, sbaglia a centrocampo lasciando spazio alla ripartenza di Gomez che arrivando in area di rigore calcia, ma Donnarumma attento e bravo para un tiro non molto angolato.

Il Milan nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione riesce a mettere fuori la testa dal proprio guscio e si proietta in attacco, facendo un buon lavoro sulla fascia con Deulofeu che semina il panico nella difesa avversaria con la sua velocità, prima offrendo una bella palla in mezzo, ma Berisha la fa sua e poi scambiando molto bene con Lapadula, il numero 9 si porta al tiro ma non colpisce bene la sfera.

Negli ultimi due minuti prima del fischio l’Atalanta spinge sull’acceleratore e si rende pericolosa prima con Gomez che si invola verso Donnarumma ma è ancora bravo il portiere avversario a rimanere in piedi e a sbarrare la strada all’attaccate e poi al 45° Conti segna la rete del vantaggio, ottimo lavoro di Spinazzola che riesce ad andar via ai difensori avversari sula fascia e a mettere in mezzo, in questo caso Donnarumma non è perfetto sulla parata, regalando la palla a Conti che sotto porta segna il gol dell’1-0, complice anche un errore di Zapata che si lascia sfuggire lo stesso Conti dalla marcatura, siglando anche la fine della prima frazione.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con gli stessi ventidue del primo tempo, senza alcun cambiamento, ma l’Atalanta anche in questa frazione spinge di più all’inizio, lanciando al tiro Cristante che di testa impegna Donnarumma, bravo anche in questo caso il portiere rossonero a deviare in angolo.

Il Diavolo non si da per vinto e con un vuoto di orgoglio va vicinissimo al pareggio con Pasalic, che in questo finale di stagione si sta rendendo decisivo, il quale mette la palla fuori di pochissimo con un colpo di testa direttamente da calcio d’angolo.

Al 59° primo cambio per Montella, fuori Kucka dentro Bacca per provare a dare maggior spinta in attacco. Al 66° gran botta da fuori di Kessie che grazie ad un tiro a giro riesce a far allungare Donnarumma il quale con la mano aperta riesce a salvare anche questa palla.

Sul finale di partita, al via la routine delle sostituzioni, fuori Pasalic e dentro Bertolacci nel Milan, mentre per la Dea dentro Hateboer fuori un buon Cristante, out anche Petagna per Kurtic.
Il Milan cerca il riscatto dopo esser stato per lungo tempo sotto nel risultato, il primo tiro nello specchio della porta da parte dei rossoneri arriva all’83° con Lapadula che gira verso la porta, ma la sua conclusione è bloccata molto bene da Berisha.

La prima conclusione verso la porta avversaria, concede al Milan un ottimo break, fino al raggiungimento del gol del pareggio pochi minuti più tardi, ancora una volta grazie ad un altro uomo decisivo per la squadra di Montella, come Deulofeu, che servito molto bene da Lapadula rientra sul destro e calcia battendo Berisha, decisiva anche una deviazione di Masiello che cambia completamente il giro della sfera. Da notare però la posizione irregolare dell’attaccante spagnolo rossonero che al momento del passaggio di Lapadula si trovava aldilà della linea dei difensori avvesari, fuorigioco non visto dal guardalinee.

Al 90° i due tecnici esauriscono i cambi a disposizione, fuori De Sciglio per Vangioni per il Milan, dentro Paloschi nella Dea che prende il posto del Papu Gomez.

Dopo i quattro minuti di recupero concessi da Rocchi, la partita finisce sul risultato di 1-1, che porta gioia e rammarico. Gioia per l’Atalanta che dopo ben 26 anni riesce a tornare all’interno di una competizione europea; rammarico per il Milan che anche in questa partita per gran parte del tempo non è riuscito a giocare il bel gioco che lo aveva visto protagonista a metà campionato; più volte senza idee e con poche occasioni, ma superando questi scogli il Milan grazie alla rete di Deulofeu riesce a trovare un punto prezioso che lo distacca dalla Fiorentina di una sola lunghezza, adesso i rossoneri devono aspettare la partita dell’Inter per continuare la lotta verso l’Europa.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here