Design innovativo in Africa: edifici che attirano l’attenzione

0
261
design innovativo

Molti progetti sono già avviati e quasi giunti a termine, alcuni verranno terminati a data da destinarsi. Questi edifici progettati con un design innovativo in Africa renderanno il paese unico nel suo genere. Dalle grandi città alla foresta pluviale ci sarà un forte incremento turistico.

Perché inserire un design innovativo in Africa?

La grande architettura cattura l’attenzione del mondo. Se è abbastanza buona, un singolo edificio può mettere una città sulla mappa. Questi edifici sono simboli di ambizione tanto quanto di bellezza e, se sfruttati correttamente, sono un investimento degno, attirando persone e opportunità. In tutta l’Africa stanno prendendo forma audaci affermazioni architettoniche nel settore pubblico e privato. Dalle vivaci città alle profondità della foresta pluviale, promettono di portare nuova vita nei loro dintorni. Qui di seguito vi propongo alcuni degli edifici con design innovativo in Africa.


L’architettura diventa arte con Scarpa in Sudafrica


La Cattedrale Nazionale del Ghana – Accra – Ghana

Un progetto davvero monumentale con il design innovativo in Africa. La Cattedrale Nazionale del Ghana coprirà 750.000 piedi quadrati e sarà situata in 14 acri di giardini nel centro di Accra. Adjaye Associates, ha creato un progetto che includerà un auditorium da 5.000 posti, cappelle, una galleria d’arte e il primo museo biblico africano. È guidata dall’architetto ghanese-britannico e recente vincitore della RIBA Royal Gold Medal, David Adjaye. Ricco di iconografie che mescolano il cristianesimo e l’eredità tradizionale del Ghana, il suo tetto curvo evoca i baldacchini delle tende e lo sgabello d’oro, il trono reale del popolo Asante. La cattedrale sostenuta dallo Stato sarà collegata tramite percorsi cerimoniali ad altri punti di riferimento chiave della città. Il progetto ha acceso il dibattito in Ghana e non solo sulla commistione di Stato e religione. Adjaye Associates non ha annunciato una data di completamento stimata.

Gouna Conference and Culture Centre – El Gouna – Egitto

È composto da una sala da concerto da 600 posti e da un centro conferenze da 2.000 posti. Questo progetto dello Studio Seilern Architects ha completato la sua prima fase di costruzione nel gennaio 2020. Una località turistica sulla costa del Mar Rosso, si sviluppa intorno a una grande laguna artificiale e presenta magnifici colonnati ad arco realizzati in cemento prefabbricato. I suoi architetti affermano che il complesso di 30.000 metri quadrati utilizza un sistema a gravità e pozzi esistenti per rifornire le sue lagune e non si basa su pompe meccaniche. La seconda fase della costruzione includerà la sala da concerto all’interno dei colonnati, che avrà una capacità per un’orchestra di 120 elementi. Il progetto dovrebbe essere completato entro la fine del 2023.

Design innovativo in Africa con il Grande Museo Egizio – Cairo – Egitto

Quasi due decenni di lavoro, circa lo stesso tempo impiegato per costruire la Grande Piramide di Giza, il Grande Museo Egizio è un investimento di un miliardo di dollari nell’antico patrimonio della nazione. Progettato da Heneghan Peng Architects, si affaccia sulla Necropoli di Giza a circa due chilometri di distanza. Utilizza abbondanti quantità di vetro per unire musei e piramidi e, opportunamente, si appoggia pesantemente su forme triangolari. Il museo riunirà decine di migliaia di manufatti, tra cui una colossale statua in granito di 83 tonnellate di Ramses il Grande. Inoltre 5.000 oggetti appartenenti a Tutankhamon. È la prima volta che il contenuto completo della tomba del faraone verrà mostrato insieme da quando fu scoperto nel 1922. Questo progetto di design innovativo in Africa, ha avuto battute d’arresto legate alla pandemia che hanno spinto la grande apertura del museo al 2021.

Floating Music Hub – São Vincente – Capo Verde

NLÉ, fondata da Kunlé Adeyemi, ha vinto ed è stata nominata per una serie di premi per il suo “Makoko Floating System”. Ha avuto inizio come scuola di legno galleggiante a Lagos, Nigeria nel 2013. Questo hub musicale galleggiante a São Vincente, Capo Verde, è la quarta iterazione del sistema. Leggero, prefabbricato e modulare, NLÉ afferma che è un modo veloce per costruire e smontare sull’acqua. Le tre strutture ospiteranno una sala per spettacoli dal vivo, uno studio di registrazione e un bar, collegati da una piazza galleggiante. È la prima volta che una struttura MFS viene costruita nell’Oceano Atlantico e sembrerebbe che verrà completata entro la fine dell’anno. Notevole questo design innovativo in Africa.

Ellen DeGeneres Campus del Dian Fossey Gorilla Fund – Musanze – Rwanda

Ellen DeGeneres Campus del Dian Fossey Gorilla Fund nel distretto di Musanze, Ruanda, mira al minimo disturbo visivo e al massimo impatto scientifico. Ambizioso come progetto con design innovativo in Africa. MASS Design Group ha creato il progetto nel 2018. La costruzione ha aperto i cantieri l’anno scorso su quella che sarà la prima sede permanente del gruppo di conservazione in Ruanda in 53 anni. Il campus di 4.500 metri quadrati adiacente al Parco Nazionale dei Vulcani conterrà un centro di ricerca, un centro educativo e una galleria di conservazione. Inoltre alloggi per studenti, personale e ricercatori che potranno vivere in loco. Il centro è stato reso possibile quando Portia de Rossi, moglie di DeGeneres, ha donato al Fondo Fossey a nome della star televisiva come regalo per il 60° compleanno. Fossey era un eroe d’infanzia di DeGeneres. Il campus dovrebbe essere completato nell’estate o nell’autunno del 2021.

Design innovativo in Africa con Il Grand Theatre di Rabat – Rabat – Marocco

Uno degli ultimi progetti di Zaha Hadid che deve ancora essere completato. Il Grand Theatre di Rabat ha tutto il brio che ci si aspetta dalla “regina della curva”, morta nel 2016 Situato su un’area di 55.000 metri quadrati. È dotato di un teatro da 1.800 posti e un anfiteatro da 7.000 persone, il design fluido del centro è stato ispirato dal fiume Bouregreg che lo costeggia. Soffitti a volta ornamentali nell’architettura islamica e tradurli con un occhio contemporaneo, creando una geometria simile ai cristalli di rosa del deserto. Situato tra le antiche città di Rabat e Salé, il teatro è in costruzione da un decennio, ma sta ricevendo i suoi ultimi ritocchi utilizzando un design innovativo in Africa.