Desiderio sessuale: come soddisfarlo in piena pandemia

Dal sesso virtuale al partner stabile: ecco i consigli utili per riuscire a godersi qualche momento di intimità in sicurezza anche durante l'emergenza sanitaria.

0
335
Desiderio sessuale e pandemia
Come appagare il desiderio sessuale durante l'emergenza sanitaria.

L’emergenza coronavirus ha avuto un impatto notevole anche sulla sfera sessuale. Gli esperti consigliano di avere dei partner regolari o di astenersi del tutto durante la pandemia. La mancanza completa di sesso però non sempre è facile da gestire. Per questo motivo ci sono alcuni consigli da seguire per soddisfare il desiderio sessuale in sicurezza, riducendo al massimo i rischi di contagio da Covid-19.

Il virus può contagiare anche in intimità quando c’è un inevitabile contatto ravvicinato tra le persone. Ricordiamo però che il Covid-19 non è una malattia a trasmissione sessuale, infatti ad oggi non ci sono evidenze scientifiche su rischi legati a liquido pre-spermatico, sperma, liquidi vaginali o rettali.

Vediamo dunque quali possono essere le strategie da adottare per appagare il desiderio sessuale anche in questo periodo complicato di emergenza sanitaria.

Come soddisfare il desiderio sessuale senza correre rischi di contagio

Distanziamento sociale e mascherine impediscono qualsiasi tipo di contatto fisico ravvicinato. Dunque se si vuole soddisfare il proprio desiderio sessuale senza violare le norme anti-contagio da coronavirus si può optare per il sesso virtuale: che sia al telefono, con webcam o messaggi intimi, si tratta certamente della pratica che mette maggiormente al sicuro da qualsiasi pericolo di diffusione del virus.

Quando non ci si sente in piena forma, è meglio astenersi da qualsiasi pratica sessuale. Comparsa di febbre alta o tosse, o ancora la temporanea perdita di olfatto e gusto possono essere sintomi del coronavirus, quindi bisogna restare a casa e mettere da parte l’intimità.

Fare prevenzione è sempre importante, soprattutto se si tratta di malattie a trasmissione sessuale (MTS) o dell’HIV. Dunque, è bene sottoporsi a dei controlli come la PrEP (Profilassi per Esposizione) e a quelli per le MTS che consentono di diagnosticare precocemente l’eventuale insorgenza di queste patologie.

In piena emergenza sanitaria, sono diverse le persone che hanno deciso di appagare il desiderio sessuale concedendosi dei momenti di intimità con la stessa persona per un certo periodo di tempo. Anche in questa circostanza è bene darsi delle regole chiare e precise per poter godersi dei momenti di libertà in privato senza correre alcun rischio di contagio.

Dental Dam: il sesso orale non ha più scuse

Esistono poi delle soluzioni alternative per fare sesso limitando al massimo il contatto fisico. Ad esempio si può indossare la classica mascherina chirurgica o quella kinky che permette comunque di rispettare il distanziamento. Inoltre potrebbe tornare utile anche il glory hole, ovvero un foro impermeabile realizzato in una porta o in una tenda.

Evitare situazioni estreme come orge o ammucchiate in ambienti chiusi per soddisfare il desiderio sessuale. È preferibile scegliere spazi ventilati o all’aperto come terrazze o parchi.

Commenti